SS

IMG_1030Il guardiano di Auschwitz

Di valentina veneroso • 07 mag, 2013 • Categoria: Mondo

Sono pochissimi i responsabili degli orrori di Auschwitz ancora in vita, su cui il governo tedesco sta cercando di far luce. Lipschis è uno di loro, ha 93 anni ed è appena stato arrestato.

Aveva passato gli ultimi trent’anni nella sua casa di Aalen, Hans Lipschis. Poteva sembrare un anziano come tanti altri e invece il suo nome compariva nella lista dei dieci criminali nazisti più ricercati ancora in vita.

L’uomo di origine lituana, che ha oggi novantatré anni, lavorò, infatti, come guardiano nel luogo che ha visto compiersi i più efferati orrori dello scorso secolo: Auschwitz.
Dal 1941 al 1945, Lipschis ha ammesso di aver prestato servizio nel tristemente noto campo di concentramento, ma solo in veste di cuoco, dichiarazione che è già stata smentita da alcuni documenti che confermano la sua appartenenza alla compagnia delle SS Testa di morto (Totenkopf), che ad Auschwitz era impiegata per la vigilanza.

Nonostante l’età, l’uomo è stato giudicato idoneo alla carcerazione e si trova in questo momento in custodia cautelare, in attesa d’imputazione. Espulso per aver taciuto il suo passato dagli Stati Uniti, dove si era trasferito negli anni ’50, era già stato segnalato, allora, nelle indagini sui crimini nazisti. Una volta tornato in Germania, aveva però vissuto nell’anonimato fino a che due giornalisti non ne hanno ritrovato le tracce, due settimane fa.

 

Ne parlavo poco fa con un paio di amiche….loro dicevano: poveretto a quell’età cosa vuoi fargli?…ormai è vecchio..lasciatelo morire in pace… Sembra un voler essere buoni e misericordiosi verso una persona che ormai è arrivata all’ultimo rettilineo della sua vita…… già è vecchio… e come lui , nel mondo , ce ne sono tanti vecchi, che nella gioventù hanno commesso i crimini più abbietti e non sono stati scoperti…..ora sono vecchi ed in fin di vita….. Ricordo Kappler….quell’ufficiale tedesco delle SS…quando era prigioniero a Gaeta e lo sentivo camminare di notte nella sua cella….. parlava per conto suo…. Io giovane lo pensavo mentre era tormentato dai ricordi….da tutte le sofferenze che aveva procurato agli altri…ai suoi simili…uomini come lui…. Ero privo di esperienza e sognavo la bontà di questo Mondo…. Ora forse ho aperto gli occhi e vedo solo il lato brutto delle cose…. Penso al perdono…. Penso al dolore procurato…..penso a questa Umanità ferita continuamente da una parte del suo stesso corpo… penso alla Giustizia…quella con la maiuscola….quella  che non esiste più…. Trasformata in interessi di parte… ed allora vorrei anche io poter dire: ma lasciate perdere…è  vecchio…lasciatelo morire in pace….lui….che non ha lasciato morire nessuno in pace…lui che ha contribuito allo sterminio di un popolo….che finalmente comprenda cosa significa morire in  pace e che senta il dolore di quello che ha fatto….. ma poi….e se non sente nulla?…. se non riesce a comprendere il male fatto?……. Non è mai troppo tardi per imparare….

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “SS

  1. lella ha detto:

    subito una domanda appena finito di leggere…la Giustizia con la maiuscola è misericordiosa o giusta per tutti?
    Per essere giusta deve considerare il dolore e il male di tutti, valutare quale sia più grave, chi ha perso di più e ora…che senso avrebbe? deve considerare la religione…essere solo una giustizia laica…considerare solo i fatti?
    La giustizia deve giudicare gli atti, non l’uomo…deve giudicare il male non le condizioni o le conseguenze…non la situazione.
    La giustizia dovrebbe dire che il male non è giusto, sempre e cmq…che il male non ha attenuanti…che chi SCEGLIE di fare del male, con consapevolezza, non può avere giustificazioni…mai…

    solo il mio pensiero…capisco che non possa essere condiviso, a volte sono troppo drastica…

    un abbraccio
    lella

  2. bigetto ha detto:

    ciao lè…hai fatto una serie di considerazioni e domande che mi lasciano così…Per me bisognerebbe distinguere fra giustizia divina e giustizia umana…. per quella umana basterebbe applicare le leggi se ci sono, e farne di nuove se non ci sono….mi sembra semplice…. si giudica la persona e non l’atto….appunto certe volte si hanno sentenze che sembrano troppo lievi…si giudica chi ha commesso un atto che già è stato deciso essere esecrabile agli occhi dell’umanità…non si giudica altro….o non si dovrebbe ….. per la giustizia divina…beh….c’è un Dio…io lascio a Lui il giudizio finale….. Un abbraccio..

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...