non lo so

e’ strano , ma questa piattaforma e tutti coloro che postano i loro pensieri , sono un aiuto indiretto che mi danno nel gestire questa situazione……. ho davanti a me una disabile….96 anni….. vedova…con un figlio lontano… abita in una casa bellina….. non cammina e si muove solo con un deambulatore, a fatica. oppure in carrozzella….io le faccio compagnia tutti i mercoledi pomeriggio…… giusto per far qualcosa di buono e senza secondi fini…. sto con lei , ascolto quello che mi racconta……..ha tanto da raccontare della sua vita…. e le dico gli ultimi avvenimenti della citta’ …. poi , all’ inizio c’erano dei momenti morti…. si parla e poi si sta in silenzio….che a volte diventa difficile…ed allora ho trovato un modo per scuoterla ….. mi porto iPad  e le leggo quello che voi scrivete….. e lei…..indovinate ?????……. a volte mi suggerisce quello che devo scrivere per un commento….. Ho notato che le piacciono le vostre frasi…quello che voi scrivete…….. io le leggo tutto e a volte discutiamo sui vostri post…..  Mi piace….. mi piace inserirla nella mia e vostra vita…… vi chiedo scusa se a volte commento in modo un po’ strano….. sono le sue parole….. io mi limito solo a scriverle…… grazie…..

Annunci

9 thoughts on “non lo so

  1. lella ha detto:

    che bello!
    un abbraccio a te e alla simpatica signora che ascolta i nostri pensieri…
    lella

  2. bigetto ha detto:

    smackkk lella !!!!!!

  3. semprecarla ha detto:

    Sei una persona davvero carina e sono sicura che la vita ti restituirà tutto l’amore che dai alla nostra nonnina. Vuole farci sapere il suo nome? Cara nonna, grazie dei commenti, a nome di tutti e stai sicura che non importa se vengon fuori un pò confusi. 💋

  4. Che bella cosa. Io ho un papà disabile e comprendo il disagio dei silenzi. Ma non mi era venuto mai in mente di leggergli qualcosa. Grazie per il suggerimento 🙂

  5. Sentimental ha detto:

    Grazie caro Bigi, e a Te, cara Nonna che leggi ascolti e comprendi
    Un abbraccio ad entrambe
    Sentimental

  6. Penso che vivere ogni tanto a contatto con queste realtà sia ogni volta una gran lezione di vita. Quando ci si lamenta bisognerebbe farsi un giro negli ospedali!

    Tuttavia io resto sempre molto cinico e pratico… e mi resta questo dubbio amletico riguardo l’abitudine di consolarsi confrontandosi con chi sta peggio:
    – è un’approccio da perdenti in quanto nella vita si deve puntare sempre in alto (quindi prendere come riferimento i migliori, non i più sfortunati) ,
    oppure
    – è un’approccio in realtà molto sensato, visto che la vita è una valle di lacrime che termina inevitabilmente con la morte e quindi continuare a correre verso “qualcosa di più” (verso la felicità, la soddisfazione, la realizzazione personale) significa solo correre verso un miraggio architettato per i materialisti che della vita non capiranno mai un cazzo e continueranno a correre come criceti sulla ruota?

  7. bigetto ha detto:

    non sei cinico, sei pratico come me…… guardare ai migliori…. alle cose più belle…. senza però dimenticare cosa c’è di brutto in questa nostra vita….

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...