uccidere o essere ucciso ?

Un 65enne spara e uccide un criminale che si è intrufolato in casa sua durante la notte. E la Procura lo accusa di omicidio volontario, alla faccia della legittima difesa

Alessandro Sallusti – Mer, 21/10/2015 – 07:00

Più che perdere tempo a riformare il Senato, i nostri legislatori dovrebbero mettere mano velocemente al codice penale.

Che oggi, se applicato senza buon senso da magistrati burocrati, manda in galera chi difende se stesso e i suoi cari dall’assalto di ladri e rapinatori. L’ultimo episodio è di ieri. Vaprio d’Adda, periferia milanese. Un pensionato di 65 anni dorme nella sua villetta a tre piani. Con lui c’è la moglie, al primo piano figlio, nuora e nipotino. Sente dei rumori, impugna la pistola regolarmente detenuta. Fa per uscire e nel buio del corridoio si trova davanti un uomo. Spara e colpisce l’intruso, un romeno di poco più di vent’anni. Due complici fuggono dopo che lui spara in aria altri due colpi. Un solerte pm lo incrimina prima di eccesso di legittima difesa, poi di omicidio volontario. Pena prevista: da 21 anni all’ergastolo, salvo attenuanti.

Non so voi, ma io penso che quell’uomo aveva il diritto di sparare e ha fatto bene a farlo. Ha percepito un pericolo di vita imminente per sé e per i suoi cari, non poteva accertarsi in sicurezza se gli aggressori fossero armati o no. La cosa, per altro, è irrilevante.

Decine, se non centinaia di volte, queste bande di criminali hanno massacrato di botte, ferito o ucciso con coltelli magari recuperati in casa chi ha provato a opporsi all’intrusione. Non c’è nessun nesso tra il grado di pericolo reale ricostruito a tavolino dalla polizia scientifica e quello percepito durante una aggressione. In una frazione di secondo quel pensionato doveva decidere se mettere al sicuro la vita di sua moglie, suo figlio e suo nipotino. Lo ha fatto e oggi ha tutta la nostra solidarietà. Meglio un brutto processo di tre bei funerali, con tanto di autorità in prima fila a piangere lacrime di coccodrillo.

Non provo alcuna pietà per chi di notte entra nelle nostre case. Anche a ladri e rapinatori possono capitare incidenti sul lavoro. Quello che non deve capitare è che lo Stato stia dalla loro parte e si accanisca contro chi è costretto, proprio per le lacune e l’incapacità dello Stato stesso, a difendersi da solo.

Al solito non pensiamo alla politica e a chi scrive o a quale giornale appartiene la notizia….. pensiamo a quello che accade oggi in Italia….. onestamente non credo che tutto  il Parlamento faccia tifo per i delinquenti in genere…..non lo credo perché sono quasi sicuro che coloro che occupano gli scanni di quei luoghi , siano persone che , poverine, più di tanto non capiscono….. Premesso questo, è ora che noi tutti italiani apriamo gli occhi e la mente oscurati dal buonismo che ci hanno istillato i vari Governi i succeduti nel tempo…. Cerchiamo di capire che con le armi non si gioca né si fa per scherzo….. le armi uccidono….dobbiamo cercare di capirlo…le armi sono fatte per uccidere…..sia per la difesa che per l’offesa, le armi uccidono…Quando ci sono le guerre e ci dicono che sono stati uccisi tot bambini, o donne, o uomini, noi giù a piangere le solite lacrime del coccodrillo…. Ma perché piangiamo? Non sappiamo che in guerra si muore ??….. non sappiamo che , in guerra, le persone muoiono perché vengono uccise dalle armi?…. Direi che è naturale che ci siano morti nelle guerre…..mai visto una guerra fatta a parole e senza cadaveri….. Evitiamo di credere alle favole…ormai siamo grandi…evitiamo di usare un’arma per minacciare….evitiamo di usare un’arma come deterrente per evitare mali maggiori….. l’arma uccide e se tu la punti addosso ad una persona lo devi fare solo per ucciderla….. evitiamo di dire : ma io la uso per spaventare il delinquente ….il delinquente non si spaventa….anzi se vede un’arma  puntata, non ci pensa due volte e ti uccide….. Mi fanno pena quelli che dicono : spara in aria !….a chi spari ? all’aria ? al cielo ?……  chi lo dice , secondo me, non sa dove vive…. Non conosce la situazione attuale…. L’arma uccide, e sa fa bene il suo mestiere, uccide e produce cadaveri…..  Ora , il problema attuale è talmente semplice, che nessuno di coloro che ci comandano, lo capisce…..o lo vuole capire :  fare in modo che i  delinquenti  non penetrino nelle nostre abitazioni , mettendo a  rischio la nostra vita, oppure autorizzare l’uso delle armi da fuoco per difendere la nostra privacy….togliere la legge che prescrive la proporzionalità fra offesa e difesa….che secondo me è stata varata da qualcuno in combutta con i delinquenti…. far ritenere la propria abitazione come uno Stato estero…. Fuori della Legge… Chi entra senza essere invitato è soggetto alle  leggi del padrone di casa…. Sono proposte dure lo so, ma questa situazione è dura…è stata creata da questo Stato imbelle….. è ora che venga sanata……

IMG_1756

Annunci

5 thoughts on “uccidere o essere ucciso ?

  1. semprecarla ha detto:

    Uccidere qualcuno è terribile, ucciderlo per terrore, perché non si è più liberi nemmeno in casa propria, è lottare per vivere.

  2. Il Prossimo Cielo ha detto:

    Caro Bigetto, la nostra società è a un punto di non ritorno
    Colpa di chi?…Un po’ di tutti ma soprattutto di questi politicanti ( vecchi e nuovi )che invece di fare leggi Pulite, agevolando la vita del cittadino onesto, rispettoso e civile: legiferano per interessi personali o per assoluta mancanza di integrità morale e civile
    Dispiace che una giovane vita non sia più in vita ma visto che non era alle prime armi mi chiedo: perché non stava in galera a scontare la sua pena veramente? …Ed ecco che torniamo alle scellerate leggi di questi politicanti nostrani, senza parlare di certa magistratura inutile e sciocca
    Comunque, sono solidale con chi difende la propria vita, famiglia e proprietà e lavoro.
    Un abbraccio
    Eloi

  3. Completamente d’accordo.
    E a chi non è d’accordo, auguro che entrino i delinquenti a casa sua mentre lui e la sua famiglia sono presenti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...