italy

Caso Guidi, Renzi: nessun illecito, solo telefonata inopportuna

 

 

«L’Italia non è più quella di una volta: se prima per telefonate inopportune non ci si dimetteva, ora ci si dimette». Lo dice il premier Matteo Renzi da Washington sulle dimissioni del ministro Federica Guidi.

«Il ministro per i rapporti con il Parlamento, cioè io, da regolamento deve autorizzare tutti gli emendamenti del governo. Tampa Rossa è un progetto strategico per il paese che prevede molti occupati nel Mezzogiorno e lo rifirmerei domattina», sottolinea a Bologna il ministro Maria Elena Boschi, in merito all’emendamento inserito nella legge di stabilità e oggetto dell’inchiesta che ha portato alle dimissioni del ministro Guidi.

«Abbiamo sempre detto – sottolinea ancora il premier – che di fronte agli italiani noi siamo un governo diverso dal passato. Guidi non ha commesso nessun tipo di reato o illecito, ma ha fatto una telefonata che ha giudicato inopportuna ed effettivamente lo era. Chiedemmo le dimissioni del ministro Cancellieri per una telefonata e non arrivarono. Oggi c’è la dimostrazione che qualcosa in Italia è cambiato. Con noi le cose cambiano, chi sbaglia è giusto che vada a casa. La musica è cambiata, è un fatto di serietà riconoscerlo».

La firma dell’emendamento da parte del ministro Boschi «è un atto dovuto», sottolinea poi il premier rispondendo ad una domanda sull’emendamento inserito nella legge di stabilità e oggetto dell’inchiesta che ha portato alle dimissioni del ministro Guidi. «L’emendamento è favorevole a un progetto del governo che avevo io stesso annunciato, è naturale che il ministro dei rapporti con il Parlamento firmi l’emendamento del governo». «Il progetto di cui stiamo parlando dà posti di lavoro, è una cosa sacrosanta da fare, aver consentito a delle persone di venire in Italia e fare degli investimenti è una cosa sacrosanta, io lavoro perché si creino posti di lavoro». Quello di Tempa Rossa – aggiunge – è un progetto che «io stesso avevo annunciato mesi prima».

«Per ora prendo l’interim poi vedremo». «Andremo in Parlamento e ne discuteremo», sottolinea ancora il premier rispondendo a una domanda sullamozione di sfiducia annunciata dall’opposizione sul caso Guido. «Le mozioni di sfiducia delle opposizioni ormai sono settimanali o quindicinali».

Quello che ancora mi chiedo: ma i nostri politici di pseudo destra e di pseudo sinistra contrari a Renzi, ci fanno ,oppure sono rincitrulliti da qualcosa che prendono per bocca o per vena?  Non si accorgono che il Renzi se ne frega altamente di quello che pensano o progettano di fare? Non si accorgono che siamo in regime dittatoriale ? Non si accorgono che la vera sinistra è quella che comanda per mano sua e che non permetterà più a nessuno di scalzarla dal posto che occupa e che le permette di distruggere questa Italia?…..io oltre a pensare che sono rincitrulliti, penso anche che sono dei bravi attori, sanno cosa succede , ma pensano solo alla loro pancia….e oltre ai politici ci metto anche tutte quelle persone che abitano in Italia ed hanno permesso questo schifo…e sono tante ed occupano tutti i posti di comando…Abbiamo un governo di ladri, un parlamento di ladri, e fra poco il furto verrà legalizzato, come sono stati legalizzati altri reati, e chi si lamenterà verrà punito con la galera …..Immagino fra qualche anno questa nazione con università dove ti insegneranno a come aprire casseforti ed abitazioni, come si potranno uccidere e massacrare le persone, come truffare ed imbrogliare, come costruire abusivamente o tirare su ponti a frattura prestabilita……………

 pasquaaa016 048

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...