Fermo

Le bugie di Fermo e il razzismo degli anti-razzisti contro la verità

Salvatore Tramontano Ven, 15/07/2016 – 06:00

E ora Boldrini e Boschi cosa fate? Se si guarda solo il colore si perdono di vista i fatti. Questo vale per il sesso, il genere, la lingua, la nazionalità, il reddito, perfino la religione. Non è razzismo. È il contrario. Quando un uomo uccide un uomo il colore della pelle non può essere l’unica variabile. Altrimenti si finisce davvero per peccare di razzismo, anche senza volerlo. Oppure la morte di una persona si sfrutta come strumento politico.

Nella brutta e drammatica storia di Fermo sappiamo che ci sono una vittima e un assassino. Quello che bisogna valutare e raccontare con onestà sono i fatti. Per capire. Amedeo Mancini si è comportato da razzista. Ha insultato un uomo e quell’uomo ha reagito. Su questo non ci sono dubbi. Emmanuel era con sua moglie e probabilmente si è spaventato. Ha preso un cartello stradale e ha aggredito Mancini. Anche su questo ormai non ci sono dubbi. Solo che a lungo si è faticato a credere a questa versione, nonostante ci fossero sei testimoni. Qui entrano in gioco la politica e l’ideologia e una sorta di razzismo involontario o antirazzismo strumentale. Ci sono sospese ancora le parole di Laura Boldrini e Maria Elena Boschi. La prima testimone mente. È inattendibile. E anche gli altri cinque nascondono (…)

(…) qualcosa. Questo perché conta più il colore della pelle di chi parla che la verità. Non per bontà, ma per vantaggio politico.

Ma non è così che si sta dalla parte dei deboli e dei discriminati, perché se si mente o si preferisce non vedere per antirazzismo si finisce col fare il gioco dei razzisti. Si creano alibi e invece in storie maledette come questa nessuno deve averne, di alibi. Non è infatti in discussione la colpevolezza di Mancini, ma perfino lui ha il diritto processuale alle attenuanti. Non si contrastano le discriminazioni razziali cancellando il diritto, compreso quello alla difesa. Ora la moglie di Emmanuel, Chinyere, ha ammesso di essersi spiegata male. È vero, il marito ha reagito alle accuse disgustose con rabbia, aggredendo con un’asta di ferro. I testimoni avevano detto il vero. È bene subito dire che la precisazione di Chinyere non è un alibi per Mancini. Ma quello che deve far riflettere è la facilità con cui il politicamente corretto cancella ogni dubbio se deve scegliere tra un nero e un bianco. E questo danneggia soprattutto i neri. Perché comunque è una discriminazione. Quello che conta è l’uomo, l’uomo ucciso, non il suo colore. Boldrini e Boschi hanno voluto credere alla versione della vedova, sbugiardando i testimoni solo perché non rientravano nella narrazione che strappa applausi al loro elettorato. Applausi sulla morte. Tutta questa retorica purtroppo puzza di opportunismo e finisce per rendere poco credibili le battaglie di libertà di chi davvero si batte contro il razzismo, con i fatti, non con la retorica. Non c’è bisogno di caricare una storia già eloquente. In Italia c’è un razzismo di offese, di ignoranza, da bar e di cori da stadio. Emmanuel è stato offeso da un razzista, ma la sua morte non è un pestaggio. C’è una dose di fatalità, che non assolve affatto Mancini, ma di cui non si può non tener conto. Ma c’è da spazzare via anche tutto l’apparato ideologico che ha voluto …………………..

Eccetera…. L’articolo ve lo potete leggere a parte,……… tutto quello che voglio rimarcare è una certa indagine che ho fatto fra amici e conoscenti….l’80 per cento degli interpellati, si è dichiarato razzista….. persone che le conosco e considero buone, oneste ( logicamente fino ad un  certo punto) ……persone che piangono quando sentono gli omicidi che avvengono all’estero…. che piangono quando sanno che un poveretto, nero o giallo o turchino, muore di fame e cerca da mangiane nel bidone della spazzatura…. Che guardando la tv e vedendo le solite scene di gente sui barconi che arrivano dall’Africa, piangono…..o meglio ….piangevano…. ora non piangono più…. Ora cambiano canale o discorso…..che succede? Hanno il cuore indurito?…. nooooo…la colpa di tutto questo menefreghismo , di questo cambiare canale è solo il risultato di azioni e parole delle cosiddette Autorità……i nostri parlamentari sinistrorsi…con i loro gesti…i loro discorsi senza capo ne coda….. il loro voler a tutti i costi istillarci nella mente l’amore per i pseudo profughi , chiamati proprio da loro per distruggere questo nostro povero Paese, la loro presenza irritante solo per difendere un colorato, ignorando completamente l’italiano medio che , con un gesto omicida, ha permesso con il suo voto  che costoro  trovassero a Roma nel Parlamento , il loro habitat naturale di imbroglioni e traditori di Patria… tutto questo ha fatto diventare razzista il popolo italiano….e per popolo italiano parlo di quello di dx e di centro….. la sinistra non conta…è un popolo senza cervello e senza sensazioni….diventato robot per il lavaggio di cervello subito dal 1946 in poi….. la sinistra che supinamente dice sempre si a quello che i capipartito proclamano : un asino vola!!….siiiiiiiii…….. i profughi vengono a salvare l’Italia !!!!…..siiiiiii…..  tutti quelli che vengono in Italia sono brava gente e noi italiani siamo tutti ladri e profittatori !!!!  siiiiiiii…..e succede allora come a Fermo….. si mette in galera una persona, malgrado ci siano 6  testimoni a favore….ed il vostro Premier si permette di giudicare il popolo Fermano ed italiano….chiamandolo razzista…… Ma non sa che con le sue parole, con i gesti della Capa della Camera… con i si di tutta la sinistra, siamo diventato sul serio razzisti? …ed i preti, qualche prete per fortuna, quando difende lo straniero, o il mussulmano, dimentica che anche Gesù ai suoi tempi era razzista, e lo diceva : io sono venuto per le pecore di isdraele, solo per quelle e lo diceva ad una Cananea …. Quindi quando mi chiamano razzista, io rispondo : si sono razzista e la colpa è vostra !!!

 img_4841

Annunci

One thought on “Fermo

  1. lella ha detto:

    vero, condivido il tuo pensiero, non siamo un popolo razzista, ci stanno facendo diventare, perchè gli emarginati stiamo diventando noi nel nostro paese, nella nostra nazione…tutto ruota intorno ai diritti degli altri e i nostri li stanno distruggendo…colpa nostra, anni a dormire…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...