mare……

Solo le persone che amano  il mare possono capire certe cose che sembrano fantascienza…..mi sono accorto che mentre passano i giorni ed io non trovo il tempo di avvicinarmi al mio amico mare,  inizia a salirmi dall’anima una certa angoscia che piano piano raggiunge la gola…. Cresce il bisogno di andare ed allora non riesco a resistere, vado….prendo la macchina e vado,,,,corro , cerco di fare in fretta e quando già sento il profumo della salsedine l’angoscia si calma e subentra una serenità che ha del miracoloso….non conta il freddo, il vento, la neve o la pioggia….arrivare sulla riva e toccare l’acqua  significa fare pace con se stessi  e con gli altri…..ieri sono andato giù….il richiamo era troppo forte e non resistevo…… sono arrivato….posteggiato al volo sulla spiaggia vuola e mi sono avvicinato passando sugli scogli affioranti….. Lui era lì che mi aspettava….sentivo la sua gioia nel vedermi….un mare calmo, quasi una tavola…. Con le tennis ancora ai piedi sono salito sull’ultima roccia  a qualche metro dall’acqua…… “ Ciao – gli ho urlato –   sono qui “……Bene mentre il sorriso mi spuntava dalle labbra, il mio mare si è mosso….. piano piano ha iniziato ad avvicinarsi alla roccia dove io ero in piedi ed  ha raggiunto le mie scarpe…. Mi ha toccato e le ha bagnate….lentamente, con gioia e con amore…. Come un padre che accarezza i piedi del figlio….. sono stato lì in silenzio con lui che ha iniziato a raccontarmi la sua eterna storia, sempre bella e sempre nuova….

mare-mio

Annunci

siate santi

“Siate santi, perche’ Santo Sono Io il Signore”…..è quello che noi Cristiani ascoltiamo domani nella messa della domenica  19 febbraio 2017…. E’ nella prima lettura del Levitico…e noi  cerchiamo in tutti i modi di diventare santi, osservando i 10  Comandamenti, facendo opere di carità e soprattutto cercando di essere “diversi”….è quello che ha detto il mio don….  Santo è la traduzione del termine ebraico “Kadosh”….santo nel senso di differente, distinto, diverso….è l’interpretazione data da uno studioso Rash  ( Troyes 1040-1105) nel commentare il libro del Levitico ,…. Dio vuole che noi siamo diversi….diversi dalla massa… diversi nella politica dell’uomo, diversi nei pensieri e nei giudizi, diversi nel considerare le cose…. Infatti ascoltando le altre letture riusciamo a capire questa diversità. Basta con occhio per occhi e dente per dente…..il vero cristiano porge l’altra guancia a chi lo picchia…a chi gli chiede la tunica dà anche il mantello….. a chi gli chiede un prestito non dice mai di no….E’ difficile essere vero Cristiano…..amare i propri nemici !….non gli amici o i parenti o chi ci ama…NO!! Dobbiamo amare quelli che ci fanno del male…. Sempre più difficile ….ma questo ci chiede Dio….essere diversi dal pensiero comune …. E così comportandoci diventiamo figli di Dio….figli non perché siamo battezzati o siamo nati come Adamo ed Eva…. Diventiamo figli perché con il tempo, e con il pensiero, ci avviciniamo al modo di guardare e pensare di Dio….entriamo in comunione con Lui, come i figli entrano in comunione con un padre, se lo amano….. E ci dobbiamo ricordare che l’amore verso Dio, non è un sentimento…..non è love love love…. è  amore con il cervello, con la voglia di amare, è amore  pensato e realizzato….amore duraturo e non come un sentimento che passa…

Al solito il mio don mi mette sempre in crisi…..

pro-161

messa di domenica

Dal libro del Siracide
Se vuoi osservare i suoi comandamenti, essi ti custodiranno; se hai fiducia in lui, anche tu vivrai. Egli ti ha posto davanti fuoco e acqua: là dove vuoi tendi la tua mano. Davanti agli uomini stanno la vita e la morte, il bene e il male: a ognuno sarà dato ciò che a lui piacerà. Grande infatti è la sapienza del Signore; forte e potente, egli vede ogni cosa. I suoi occhi sono su coloro che lo temono, egli conosce ogni opera degli uomini. A nessuno ha comandato di essere empio e a nessuno ha dato il permesso di peccare.
 questa è una delle letture di domani per noi cristiani….. mi sembra che sia chiara e che i famosi buonisti dovrebbero leggere attentamente, sempre se si reputano veri Cristiani….Dio non condanna né premia…Dio ci ha creati e ci ha dato la libertà di scegliere la nostra vita…ci ha posto davanti il bene ed il male, la vita e la morte…… il mio don dice che con la libertà di scegliere ogni giorni, ogni momento si forma il nostro carattere, fin da piccoli….. chi  inizia a scegliere di mentire, o di rubare, di danneggiare….accumula un modo tale da diventare con il tempo falso, ladro, omicida etc. e tutte le nostre scelte, fin dall’inizio, hanno una conseguenza per tutta l’Umanità, nel tempo….. per cui non ci si deve meravigliare di quello che succede di brutto….una delle cause siamo noi…. E non esistono peccati per amore ….esiste solo il peccato…. Interessante vero?

Notte serena a tutti….pensiamoci..

fine-gen-186

parole…

 

Leggo e leggendo la mia fantasia, accesa,  immagina le espressioni delle persone che usano  certe parole………FEMMINICIDIO…. Termine inventato non so da chi, sicuramente qualcuno che non ci ha dormito per notti  ed ha la mania di inventare le parole…..bontà sua, come se di parole non ne avessimo abbastanza, in questo ridicolo mondo….reso ridicolo proprio da persone che si dilettano ad inventare nuovi termini….giornalisti, o pseudo scrittori, o commentatori a tempo perso, o pseudoartisti, o  cassandre  o profeti che si sentono il diritto di predicare e di assicurare i lettori  di quello che pensano gli italiani o il genere umano….. femminicidio….uccisione di una donna…. perché la donna è diversa dall’uomo….non basta dire: hanno ucciso una donna….noooo…bisogna dire: è stato commesso un femminicidio….. Dite la verità, per quelli che usano tale termine, vi sentire la bocca ripiena? Riuscite a saziarvi con questa parola ? Io la considero discriminante !! Se fossi una donna denunzierei chi la usa o la scrive…… uccidere una donna o un uomo, non è la stessa cosa? Non è uccidere una persona? Un rappresentante di questa Società ?  Un essere che fa parte della nostra Umanità?….ma perché dobbiamo accettare che si giochi sulle parole? Forse perché abbiamo paura di aprire gli occhi e vedere il corpo di una persona morta? ….. ASSOLUTAMENTE SI…… ASSOLUTAMENTE  NO……. Altro termini idiota ed inutile. Cosa significa ? ma chi usa  tale termine, non si accorge di essere ridicolo?…… il dire NO oppure SI, senza vicino l’assolutamente cambia di significato?….che cosa è? Un no un po’ più piccoletto?….meno incisivo?….un no che può diventare SI o viceversa?….. Secondo me chi usa tale accompagno è un tipo senza spina dorsale, dalle mie parti si chiama “barchiesetto”….sempre pronto a salire sul carro del vincitore….. e non voglio parlare di politica !!!!  …… OMOFOBO….altro termine idiota…..ma possibile che non si riesca a sapere chi è stato l’inventore di tale termine che non significa nulla?…..  non voglio infierire sulla categoria dei pseudo giornalisti…..sarebbe come sparare  ad una tortora….ma cosa significa e  soprattutto perché è stato inventato tale termine??….al solito si fa lo stesso discorso di sempre…..chi ha inventato omofobo ha voluto discriminare una categoria di persone….lo ha fatto apposta e tutti coloro che lo usano, da vere pecore, non hanno capito che così facendo vogliono mettere in un angolo un certo tipo di persone….. chi offende, procura lesioni, uccide la categoria dei “diversi” che poi tanto diversi non sono,  viene chiamato omofobo….non viene chiamato delinquente, stupratore, assassino….nooooo …..OMOFOBO…. termine che quando lo sento mi incazzo…. Ma c’è una differenza fra uccidere un frogio o una lesbica, o una suora, o un politico, o un disabile? Togliere la vita ad una persona che vuole vivere, respirare, godere di tutto quello che la circonda  non è solamente omicidio? Non si uccide una persona, un corpo fatto di carne ed ossa? Perché si deve discriminare l’atto di uccidere,  uccidere è uccidere. Punto e basta! La vogliamo smettere di  giocare sulle parole? Evitiamo di inventare altri termini…..il vocabolario italiano è ricchissimo di parole e sono tutte giuste….non c’è bisogno che qualche pirla ne aggiunga altre ….

fine-gen-241

Matteo 5 (13-16)

Sto pensando all’omelia del mio Don  , di oggi….. Vangelo di oggi di Matteo…. Voi siete il sale della terra, dice Gesù ai  suoi discepoli….. voi siete la luce del Mondo…..  voi siete  una città su di un monte… Lo dice a tutti i cristiani o a quelli che si reputano tali…..  Voi siete sale, luce, città sul monte….. Una domanda che ha fatto il mio Don …. riguardo all’anniversario della  shoah  di questi giorni ,ci ha guardato negli occhi ed ha detto: si usa dire, anche da coloro che non credono : dove era Dio in quei monenti ?? io invece dico: dove erano i cristiani in quei momenti….dove erano i cristiani durante i massacri compiuti nella russia stalinista….dove sono mentre popolazioni intere vengono massacrate o avvengono eccidi in tutto il Mondo….. dove siamo tutti noi che ci professiamo cristiani e dovremmo essere come Gesù ci dice di essere….SALE nel Mondo….il sale che serve a condire la vita….serve a conservare  le cose belle e buone….serve a far ricordare agli altri che noi siamo nati figli di Dio…  LUCE che illumina il cammino delle persone verso il Bene…..luce che illumina l’ignorante e lo rende  voglioso di capire, di imparare …luce che illumina il peccato, che lo rende visibile a tutti così che non venga più ignorato ……CITTA’  su di un monte….. quello che dobbiamo essere…..faro per coloro che cercano la strada verso il Bene, verso la santità….. come nell’antichità una città  visibile da lontano rassicurava il viandante sulla strada da seguire, così i cristiani devono essere punto di riferimento per coloro che vogliono  arrivare alla Meta….

fine-gen-169