Benedizioni matrimoni gay….

Benedizione matrimoni gay

 

Roma. “Una condizione generale di base è questa: parlare chiaro. Nessuno dica ‘questo non si può dire’. Bisogna dire tutto ciò che si sente con parresia e ascoltare con umilità”. Erano le parole d’ordine del Papa in apertura del Sinodo straordinario sulla famiglia celebrato in Vaticano nel 2014, che avrebbe in un biennio reso manifesta la spaccatura profonda – è sufficiente consultare le tabelle con i voti dei singoli paragrafi della Relazione finale – della chiesa su questioni quali la morale sessuale e familiare. Chi oggi discute con franchezza è la chiesa tedesca, già capofila delle aperture poi confluite nell’esortazione Amoris laetitia. Il tema è diverso, solo lambito dalla doppia assise sinodale, ma che ciclicamente torna a farsi spazio nel dibattito non solo a porte chiuse: la benedizione delle coppie omosessuali.

 

A riportare sotto la lente la questione era stato il vicepresidente della Conferenza episcopale di Germania, mons. Josef Bode vescovo di Osnabrück, il quale s’era domandato se non fosse venuto il momento di “essere più giusti, visto che c’è molto di positivo, buono e corretto” in questo tipo di relazioni. Da qui la proposta, peraltro già avanzata alla vigilia del Sinodo, e cioè di “considerare qualcosa, magari una benedizione”. A dare manforte a mons. Bode era subito intervenuto il vescovo di Münster, mons. Dieter Geerlings: “Non sono per il ‘matrimonio per tutti’, ma se due omosessuali danno vita a una relazione omosessuale, se vogliono prendersi cura l’uno dell’altro, allora io posso benedire questa mutua responsabilità. E’ una relazione preziosa e lodevole, anche se non in completo accordo con la chiesa”. A tentare di raffreddare aspettative e speranze di quanti vorrebbero che la chiesa benedicesse le unioni gay, si esprimesse favorevolmente sul diaconato femminile e ponesse fine al celibato dei sacerdoti, è stato però il numero uno della Conferenza episcopale, il cardinale Reinhard Marx. Lo stesso che tre anni e mezzo fa diceva ai giornalisti che i vescovi tedeschi erano uniti nel sostenere le proposte del cardinale Walter Kasper sul riaccostamento alla comunione dei divorziati risposati e che “Roma non potrà mai dirci cosa fare e cosa no in Germania”.

 

Stavolta Marx non vuole essere il vessillifero d’una nuova campagna d’aggiornamento dottrinario-pastorale della chiesa, e spiega che a proposito delle benedizioni per gli omosessuali proposte da qualche suo confratello “non ci sono soluzioni generali”. “Penso – ha detto in un testo diffuso dalla Conferenza episcopale – che non sarebbe neppure giusto che ci fossero soluzioni generali, perché stiamo parlando di cura pastorale per casi individuali e ciò vale anche per altri campi che non possiamo regolare. Ci sono cose – ha aggiunto – che non possono essere regolate”. L’arcivescovo di Monaco e Frisinga non esclude la possibilità che si arrivi a un rito di benedizione, ma preferisce non cavalcare il tema come invece fa il suo numero due, mons. Bode, rischiando di squassare un equilibrio quanto mai instabile con petizioni contro e a favore del Papa, correzioni più o meno filiali, richieste d’abiura. Che poi Reinhard Marx la pensi come Geerglings e Bode non è un mistero, visto che nel 2016, in un’intervista all’Irish Times, aveva osservato che “la chiesa e la società avrebbero dovuto scusarsi per come avevano trattato gli appartenenti alla comunità Lgbt”.

  • La proposta, ancora una volta lanciata dalla chiesa tedesca, benché smorzata ha però rinfocolato uno degli scontri più accesi che si ebbero nell’Aula Nuova del Sinodo nel 2014 e 2015, quello con i vescovi americani. Subito a Marx ha risposto infatti l’arcivescovo di Philadelphia, il combattivo Charles Chaput: “Qualsiasi cosiddetto rito di benedizione sarebbe parte di un atto moralmente proibito”, ha scritto sul periodico diocesano. “L’imprudenza di tali dichiarazioni pubbliche è – o dovrebbe essere – causa di gravi preoccupazioni. Richiede una risposta poiché ciò che accade in una realtà locale della chiesa globale risuona inevitabilmente altrove. Un simile rito – ha aggiunto Chaput – minerebbe la testimonianza cattolica sulla natura del matrimonio e della famiglia. Confonderebbe e indurrebbe in errore i fedeli. E ferirebbe l’unità della nostra chiesa”. Mons. Bode richiamava la bontà di tali unioni e allora ci si potrebbe domandare perché un atto apparentemente misericordioso quale sarebbe una benedizione può porre problemi. “Benedicendo le persone nella loro particolare forma di vita le si incoraggia in modo efficace a rimanere in questo stato”, ha sottolineato l’arcivescovo di Philadelphia: “In tutta la storia cristiana si applica un detto semplice e saggio, lex orandi, lex credendi. Stabilire un nuovo rito insegnerebbe e farebbe avanzare una nuova dottrina con il suo effetto vissuto, cioè la pratica” ( Dal Web …..)

 

Copio integralmente dalla Bibbia di Gerusalemme, pag. 2416 e seguente , una parte della “Lettera ai Romani ” scritta da Paolo di Tarzo, conosciuto anche con il nome di Apostolo delle Genti, oppure San Paolo , Apostolo di Gesù, ed amico di Simone, chiamato Pietro, San Pietro, primo Papa dei Cristiani…. Specifico il tutto per coloro che non sono cristiani e per i vari preti o vescovi o cardinali o papi che nella loro cultura hanno omesso di leggere o studiare varie parti della Bibbia ( Parola di Dio) Nuovo Testamento o anche Vecchio…. Romani 1 ( 18 fino a 32 ) “” In realtà l’ira di Dio si rivela dal  cielo contro ogni empietà e ogni ingiustizia di uomini che soffocano la verità nell’ingiustizia, poichè cio che di Dio si può conoscere è loro manifesto; Dio stesso lo ha loro manifestato. Infatti dalla creazione del Mondo in poi, le Sue perfezioni invisibili possono essere contemplate con l’intelletto nelle opere da Lui compiute, come la sua eterna potenza e divinità ; essi sono dunque inescusabili , perchè pur conoscendo Dio , non gli hanno dato gloria nè gli hanno reso grazie  come a Dio, ma hanno vaneggiato nei loro ragionamenti e si è ottenebrata la loro mente ottusa.  Mentre si dichiaravano sapienti, sono diventati stolti  e hanno cambiato la gloria dell’incorruttibile Dio con l’immagine e la figura dell’uomo corruttibile , di uccelli, di quadrupedi, e di rettili.  Perciò Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore, sì da disonorare fra di loro i propri corpi, poichè essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno venerato e adorato la creatura al posto del Creatore, che è benedetto nei secoli. Amen.

Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura. Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale  con   la donna,  si sono accesi di passione  gli uni per gli altri , commettendo atti ignominiosi uomini con uomini , ricevendo così in se stessi la punizione che si adiceva  al loro traviamento. E poichè hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balia di una intelligenza depravata, sicchè commettono ciò che è indegno, colmi come sono di ogni sorta di ingiustizia, di malvagità, di cupidigia, di malizia; pieni di invidia , di omicidio, di rivalità, di frodi, di malignità, diffamatori, maldicenti, nemici di Dio, oltraggiosi, sleali, senza cuore, senza misericordia. E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano chi le fà.””

Tutto questo discorso è rivolto logicamente ai cristiani e soprattutto ai preti e simili che hanno il compito di insegnare la Parola di Dio a tutti noi Popolo di Dio…. E’ ora che riprendere in mano la Bibbia intera e iniziate a rileggerla…..coraggio….. sicuramente vi farà bene e vi renderà LIBERI !!!!

 

 

 

 

 

 

Annunci

Macerata

Macerata…..è il mio paese da bambino….quando sono emigrato mi era rimasto il suo dialetto e per anni sono stato portato in giro dagli altri ragazzi……poi l’ho perso logicamente….ed ora leggendo di quello che è successo  nella zona…..una ragazza tagliata a pezzi…..un giovane che spara sugli  extracomunitari….. mi ha riportato indietro nel tempo….. Macerata e provincia…non è stata mai un’isola felice….secondo me nessun posto al mondo è un’isola felice….. i soliti idioti che fanno le percentuali dei reati in genere, stabiliscono che  un posto  è più o meno felice a seconda del numero dei reati commessi….. percentuali stupide….ci sono zone con moltissimi furti , che regolarmente non vengono denunziati   per la scarsa fiducia nelle Istituzioni….. che vengono chiamate felici….al solito si chiudono occhi ed orecchie….. all’italiana  dovrei dire….. Bene, per questi ultimo fatti mi sono ritrovato a leggere commenti di gente che secondo me dovrebbe essere ricoverata in Centri di Igiene mentale…..  tutti a scagliarsi contro colui che ha sparato e quasi nessuno contro il nero che ha sezionato la ragazza….  Non conosco pseudo scrittori o pseudo parlamentari  che hanno aperto la bocca e dato fiato senza preoccuparsi di collegare il cervello alla bocca…… ma li giudico idioti…ma di quella idiozia che ha bisogno di psichiatri  ante 1968 !!!!! Nessuno che si è chiesto : PERCHE’ è successo questo?????….. tutti che scansano le responsabilità e cercano di giustificare il tutto arrampicandosi sugli specchi….. Perché il nostro popolo è diventato così idiota ?….. E’ vero che siamo stati sempre un po’ cretini rispetto agli altri popoli, ma idioti così mai…. Ora mi chiedo: da dove è uscita fuori questa forma di idiozia che prende soprattutto quelli che abbiamo in Parlamento???….. Che sia una forma di virus che le multinazionali farmaceutiche hanno gettato sulla nostra penisola con le scie !!!!!!…..oppure , e questo lo credo fermamente, è il risultato del famoso ’68  ????? Vedo male questa nostra Italia….mi dispiace per quelli che hanno figli e nipoti…..non avranno futuro…

ancona volantinaggio 221