qualche precisazione per i cristiani..

Lettera agli Ebrei  12

 

Anche noi dunque, circondati da tale moltitudine di testimoni, avendo deposto tutto ciò che è di peso e il peccato che ci assedia, corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, 2tenendo fisso lo sguardo su Gesù, colui che dà origine alla fede e la porta a compimento. Egli, di fronte alla gioia che gli era posta dinanzi, si sottopose alla croce, disprezzando il disonore, e siede alla destra del trono di Dio. 3Pensate attentamente a colui che ha sopportato contro di sé una così grande ostilità dei peccatori, perché non vi stanchiate perdendovi d’animo. 4Non avete ancora resistito fino al sangue nella lotta contro il peccato 5e avete già dimenticato l’esortazione a voi rivolta come a figli:
Figlio mio, non disprezzare la correzione del Signore
e non ti perdere d’animo quando sei ripreso da lui;
6perché il Signore corregge colui che egli ama
e percuote chiunque riconosce come figlio.
7È per la vostra correzione che voi soffrite! Dio vi tratta come figli; e qual è il figlio che non viene corretto dal padre? 8Se invece non subite correzione, mentre tutti ne hanno avuto la loro parte, siete illegittimi, non figli! 9Del resto noi abbiamo avuto come educatori i nostri padri terreni e li abbiamo rispettati; non ci sottometteremo perciò molto di più al Padre celeste, per avere la vita? 10Costoro infatti ci correggevano per pochi giorni, come sembrava loro; Dio invece lo fa per il nostro bene, allo scopo di farci partecipi della sua santità. 11Certo, sul momento, ogni correzione non sembra causa di gioia, ma di tristezza; dopo, però, arreca un frutto di pace e di giustizia a quelli che per suo mezzo sono stati addestrati.

 

 

Tra le tante altre cose che questa Umanità, per demerito di pochi, ha dimenticato , è stato anche il correggere  gli sbagli dei propri figli….. peseudo dottori del cervello, hanno iniziato a blaterale che la correzione ad un figlio , soprattutto minorenne, portava nocumento alla mente del povero bimbo…. Come se fino ad ora noi grandi, corretti a suon di urla e bacchettate , fossimo cresciuti deficienti  ed idioti….. non capisco la voglia di cambiare metodi di insegnamento e di educazione, quando si ha davanti agli occhi il casino che provocano le nuove leggi a favore dei minori……. Cioè, lo capisco troppo bene….è la solita voglia di pochi di distruggere  questa Società, creando una massa di schiavi idioti …..ignoranti e legati alla famosa frase latina : pane e giochi…… Ora i genitori attuali, che non conoscono più il loro ruolo,  dimostrano, dando tutte le vinte ai loro pargoli, di non saper amare…. Dimostrano che non conoscono il significato di amare….dimostrano che hanno un egoismo sfrenato del loro  io che li porta a crescere persone  che un domani li malediranno……. Mi fa pena questa società…..

 

inizio-nov-141

Annunci