uccidere o essere ucciso ?

Un 65enne spara e uccide un criminale che si è intrufolato in casa sua durante la notte. E la Procura lo accusa di omicidio volontario, alla faccia della legittima difesa

Alessandro Sallusti – Mer, 21/10/2015 – 07:00

Più che perdere tempo a riformare il Senato, i nostri legislatori dovrebbero mettere mano velocemente al codice penale.

Che oggi, se applicato senza buon senso da magistrati burocrati, manda in galera chi difende se stesso e i suoi cari dall’assalto di ladri e rapinatori. L’ultimo episodio è di ieri. Vaprio d’Adda, periferia milanese. Un pensionato di 65 anni dorme nella sua villetta a tre piani. Con lui c’è la moglie, al primo piano figlio, nuora e nipotino. Sente dei rumori, impugna la pistola regolarmente detenuta. Fa per uscire e nel buio del corridoio si trova davanti un uomo. Spara e colpisce l’intruso, un romeno di poco più di vent’anni. Due complici fuggono dopo che lui spara in aria altri due colpi. Un solerte pm lo incrimina prima di eccesso di legittima difesa, poi di omicidio volontario. Pena prevista: da 21 anni all’ergastolo, salvo attenuanti.

Non so voi, ma io penso che quell’uomo aveva il diritto di sparare e ha fatto bene a farlo. Ha percepito un pericolo di vita imminente per sé e per i suoi cari, non poteva accertarsi in sicurezza se gli aggressori fossero armati o no. La cosa, per altro, è irrilevante.

Decine, se non centinaia di volte, queste bande di criminali hanno massacrato di botte, ferito o ucciso con coltelli magari recuperati in casa chi ha provato a opporsi all’intrusione. Non c’è nessun nesso tra il grado di pericolo reale ricostruito a tavolino dalla polizia scientifica e quello percepito durante una aggressione. In una frazione di secondo quel pensionato doveva decidere se mettere al sicuro la vita di sua moglie, suo figlio e suo nipotino. Lo ha fatto e oggi ha tutta la nostra solidarietà. Meglio un brutto processo di tre bei funerali, con tanto di autorità in prima fila a piangere lacrime di coccodrillo.

Non provo alcuna pietà per chi di notte entra nelle nostre case. Anche a ladri e rapinatori possono capitare incidenti sul lavoro. Quello che non deve capitare è che lo Stato stia dalla loro parte e si accanisca contro chi è costretto, proprio per le lacune e l’incapacità dello Stato stesso, a difendersi da solo.

Al solito non pensiamo alla politica e a chi scrive o a quale giornale appartiene la notizia….. pensiamo a quello che accade oggi in Italia….. onestamente non credo che tutto  il Parlamento faccia tifo per i delinquenti in genere…..non lo credo perché sono quasi sicuro che coloro che occupano gli scanni di quei luoghi , siano persone che , poverine, più di tanto non capiscono….. Premesso questo, è ora che noi tutti italiani apriamo gli occhi e la mente oscurati dal buonismo che ci hanno istillato i vari Governi i succeduti nel tempo…. Cerchiamo di capire che con le armi non si gioca né si fa per scherzo….. le armi uccidono….dobbiamo cercare di capirlo…le armi sono fatte per uccidere…..sia per la difesa che per l’offesa, le armi uccidono…Quando ci sono le guerre e ci dicono che sono stati uccisi tot bambini, o donne, o uomini, noi giù a piangere le solite lacrime del coccodrillo…. Ma perché piangiamo? Non sappiamo che in guerra si muore ??….. non sappiamo che , in guerra, le persone muoiono perché vengono uccise dalle armi?…. Direi che è naturale che ci siano morti nelle guerre…..mai visto una guerra fatta a parole e senza cadaveri….. Evitiamo di credere alle favole…ormai siamo grandi…evitiamo di usare un’arma per minacciare….evitiamo di usare un’arma come deterrente per evitare mali maggiori….. l’arma uccide e se tu la punti addosso ad una persona lo devi fare solo per ucciderla….. evitiamo di dire : ma io la uso per spaventare il delinquente ….il delinquente non si spaventa….anzi se vede un’arma  puntata, non ci pensa due volte e ti uccide….. Mi fanno pena quelli che dicono : spara in aria !….a chi spari ? all’aria ? al cielo ?……  chi lo dice , secondo me, non sa dove vive…. Non conosce la situazione attuale…. L’arma uccide, e sa fa bene il suo mestiere, uccide e produce cadaveri…..  Ora , il problema attuale è talmente semplice, che nessuno di coloro che ci comandano, lo capisce…..o lo vuole capire :  fare in modo che i  delinquenti  non penetrino nelle nostre abitazioni , mettendo a  rischio la nostra vita, oppure autorizzare l’uso delle armi da fuoco per difendere la nostra privacy….togliere la legge che prescrive la proporzionalità fra offesa e difesa….che secondo me è stata varata da qualcuno in combutta con i delinquenti…. far ritenere la propria abitazione come uno Stato estero…. Fuori della Legge… Chi entra senza essere invitato è soggetto alle  leggi del padrone di casa…. Sono proposte dure lo so, ma questa situazione è dura…è stata creata da questo Stato imbelle….. è ora che venga sanata……

IMG_1756

Annunci

chiamami

Ti cerco,

guardando lontano,

non ho capito nulla del Tuo Amore

per tutti noi,

ti penso lontano,

ed il bisogno di trovarti mi fa camminare,

anche se ho le gambe ormai spezzate,

con un dolore che non mi abbandona ,

mai.

 

Vorrei avere la forza di spingermi

dove penso che tu sia,

laggiù,

verso l’orizzonte

dove la luce si fa più violenta

dove il sole si appoggia e

chiudendo gli occhi si addormenta.

.

                                                                         E’ una mia pazzia correre,

il bisogno di te mi  grida di non arrendermi,

so che tu sei laggiù,

lontano,

ed io maledico i momenti

che mi hanno allontanato da te,

è stata la mia voglia di libertà

che ti ha scacciato

e ti ha allontanato.

 

Non ti volevo vicino,

non volevo il tuo silenzio

pieno di un amore

troppo grande per il mio cuore,

gretto di piaceri e di sesso.

 

                                                                                           E corro,

                                                                                      e cammino,

e zoppico,

                                                                 mi trascino con la voglia di vederti

che cresce con lo stesso ritmo del dolore

che mi martella i muscoli di queste gambe

ormai finite,

come è finito tutto

il mio corpo nella ricerca

di un piacere che lo ha distrutto.

 

Credevo di vivere

ed invece stavo cercando

la morte

e l’ho trovata,

è vicina a me

mentre Tu sei lontano .

 

bigi

IMG_0830

preti

Teologo fa coming out contro “Vaticano omofobo e paranoico”

Roma, 3 ott. – Il Vaticano e’ scosso dal casodi monsignor Krzysztof Charamsa, segretario aggiunto della Commissione teologica internazionale vaticana e ufficiale della Congregazione per la dottrina della fede. L’importante teologo ha rivelato di essere omosessuale e di avere un compagno. Irritata e immediata la reazione del Vaticano: il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, annuncia che il teologo polacco ‘non potra’ continuare a svolgere i compiti precedenti presso la Congregazione della Dottrina della Fede e le universita’ pontificie’. Quanto ai provvedimenti canonici che potrebbero essere presi nei confronti dell’attuale segretario aggiunto, Lombardi ha detto che tali aspetti ‘sono di conseguenza del suo ordinario diocesano’. ‘La scelta di operare una manifestazione cosi’ clamorosa alla vigilia del Sinodo appare molto grave e non responsabile, poiche’ mira a sottoporre l’assemblea sinodale a una indebita oppressione mediatica’, ha poi spiegato il portavoce della Santa Sede. In un’intervista esclusiva al ‘Corriere della sera’, il prelato polacco afferma che ‘l’amore omosessuale e’ un amore familiare, che ha bisogno di una famiglia. Una coppia di lesbiche o di omosessuali – ha proseguito il teologo – deve poter dire alla Chiesa: noi ci amiamo secondo la nostra natura e questo bene del nostro amore lo offriamo agli altri’. Alla vigilia del Sinodo della famiglia, che si apre lunedi’, il monsignore sottolinea che queste ‘non sono posizioni dell’attuale dottrina, ma sono presenti nella ricerca teologica’ e che con il suo ‘coming out’ mira a ‘scuotere un po’ la coscienza di questa mia Chiesa’. Sconfessato dal portavoce del Vaticano per il suo ‘coming out’ alla vigilia del Sinodo sulla famiglia, il monsignore polacco Krzysztof Charamsa reagisce attaccando. Il prelato, che dovra’ lasciare i suoi incarichi di segretario aggiunto della Commissione teologica internazionale vaticana e ufficiale della Congregazione per la dottrina della fede, convoca una conferenza stampa in un locale di Roma, arriva assieme al suo compagno Eduard, un giovane originario della Catalogna, col quale esibisce atteggiamenti teneri mentre presenta un ‘manifesto di liberazione’ in 10 punti contro ‘l’omofobia istituzionalizzata della Chiesa’. ‘Voglio dire alla mia Chiesa che rifiuto e denuncio l’esasperata e spesso paranoica omofobia dei nostri ambienti, che non possiamo piu’ odiare le minoranze sessuali perche’ cosi’ odiamo l’umanita”, afferma Charamsa, auspicando che il Sinodo, che si apre lunedi’, sia rivolto ‘a tutte le famiglie’, dedicato all”uguaglianza e alla dignita’ della persona umana’. .

Beh…a quello che leggo ‘sto prete vuole parlare alla  SUA chiesa….. per me non c’è nulla da dire…..ognuno è libero di parlare con chi vuole….sicuramente la SUA chiesa non è quella Cristiana…Chiesa di Cristo……  sarà qualche altra cosa….. Dice anche che le sue posizioni sull’amore omosessuale non sono dell’attuale dottrina, ma  sono presenti nella ricerca  teologica….in parole povere si sta cercando di trovare una scappatoia nel Vangelo per giustificare l’amore  ed il conseguente sesso fra persone dello stesso sesso……. Ricordo che un mio carissimo amico sacerdote…esorcista….un vero esorcista nominato dal Vescovo….e l’ho visto esorcizzare tantissime persone … mi diceva , quando io cercavo nel Vangelo un qualcosa che mi giustificasse il sesso sfrenato con tutte le donne che ci stavano, “ tu ti stai comportando come il diavolo…cerchi tutte le scuse per giustificare il tuo peccato “ e aggiungeva : “ è inutile che cerchi….di quello che è scritto qui non si potrà cambiare neanche una virgola…per tutta l’eternità ….se ti sta bene è così…se no cambia religione…”…..  Logicamente questo finto prete polacco, tra le altre cose, accusa la  Chiesa di odiare le minoranze…. quando sa benissimo che non è vero…. La Chiesa a quello che mi costa, odia solo il peccato e non il peccatore….. per dire così, il prete si rivela di poca cultura religiosa….per non dire nulla…..e mi chiedo chi è stato quello che lo ha fatto prete e lo ha messo in una posizione di comando….. Non accuso nessuno….vorrei solo che i sacerdoti a tutti i livelli, si fidassero di più dello Spirito Santo e non dei propri sentimenti terreni…..ma noi siamo una Chiesa di peccatori ed è normale ….

famiglia vera

suicidio

Camminando ho visto un manifesto da morto affisso su di un muro sbreccato di una casa cadente…… Edoardo…. Anniversario  dalla sua morte….già…sono passati  6  anni dalla sua morte…. Eravamo amici… molto e anche intimi, nel senso che andavamo a donne insieme e ci succedeva di fare sesso nella stessa stanza o nella stessa macchina….. io davanti sempre e lui dietro…..diceva di stare più comodo….si vergognava un po’…….era silenzioso anche  in certi atti…… Stava bene in tutto…diciamo che era ricco….. aveva comprato la Jaguar 4.2….e la lanciava solo sull’autostrada…..  Poi sono passati gli anni….una figlia unica  che cresceva…..una moglie sbandata….ma quando ci si incontrava ridevamo sempre… si cambia modo di fare le mattate, ma mattate restano….. era un bravo cacciatore….. uccideva poco o nulla… preferiva camminare nelle campagne e respirare l’aria pura, diceva lui…… qualche volta tirava fuori il pisello e camminava dicendo che anche quello aveva il diritto di prendere l’aria……. Avevamo tanti progetti  in testa….poi una mattina , avevo ricevuto una sua chiamata il giorno prima e non avevo risposto  al solito per tanti impegni,  l’ho chiamato e mi ha risposto la polizia…… era in campagna e si era sparato……. Mi è rimasto un punto interrogativo nell’anima….. per fortuna non scava…è lì ed ogni tanto lo sento….. Mi viene pensato ai tanti che si suicidano….. ai giovani….ai ragazzi….e con tutti sono un po’ duro….. dico che la vita è un dono prezioso e non va buttato via….ma forse sbaglio… dovrei essere duro con coloro che si trovano vicino  alla persona  in difficoltà e non si accorgono di quello che succede……ma a volte è così….si è con gli occhi ed il cuore chiusi….

DSC02525