voglia di finire

Cammino e

guardo senza vedere,

ascolto

i rumori delle bici

che rullano sui sassi

di questa strada di campagna,

ascolto ma non seguo,

raccolgo i pensieri che sfuggono

e corrono

in questo spazio,

deposito della mia vita;

 

li rincorro,

con la curiosità ed il dolore

di un bimbo

che  vede il pallone stretto

nella mani

scivolare via e volare su

in questo spazio

che noi chiamiamo cielo,

ma  che solo è una parte della nostra anima.

 

 

Pensieri,

insieme di desideri,

speranze,

golosità,

fantasie di cose vissute,

pensieri che sciolgono le catene

e volano via

senza lasciare tracce.

Dicono che sia una malattia.

 

E’ solo stanchezza

e voglia di finire.

 

 

bigi

DSC06680

Annunci

vivere…

Cambiare stile di vita aumenta la longevità

                       

Uno stile di vita più sano può aumentare in modo significativo l’aspettativa di vita, second un nuovo studio. Foto: ©photoxpress.com/G.g1

 

Modificare la propria dieta, ridurre lo stress e fare attività fisica leggera, può aiutare ad aumentare l’aspettativa di vita

lm&sdp

Non tutto è perso. Nessuno di noi è candidato alla malattia semplicemente perché ha una maggiore predisposizione rispetto a un’altra persona. La verità è che tutto può mutare – anche la salute – basta volerlo e metterci magari un po’ d’impegno.

Ad asserirlo è uno studio condotto da Dean Ornish dell’Università della California di San Francisco insieme al Preventive Medicine Research Institute.
A giudicare dai risultati della ricerca, cambiare il proprio stile di vita, l’alimentazione e aggiungere un po’ di attività fisica alle nostre giornate, può far migliorare lo stato di salute, allungare la vita e persino agire sul nostro DNA. Tutto questo grazie alle modifiche che un corretto stile di vita può apportare alla lunghezza dei telomeri, quella sorta di “cappuccio” situato alle estremità dei cromosomi e che ha la precisa funzione di influenzare l’invecchiamento cellulare.

I telomeri sono formati da una combinazione di proteine e DNA che hanno il compito di fornire stabilità ai cromosomi e, di conseguenza, alle cellule del nostro corpo. Quando cominciano ad accorciarsi o ridursi, le cellule invecchiano prima e, ovviamente, muoiono anche più velocemente.
Ma, come detto all’inizio, tutto può essere modificato: anche il nostro destino, in termini di salute, ritiene il dottor Ornish.

Per arrivare a tali conclusioni il team di ricerca ha preso in esame 35 uomini a cui era stato diagnosticato un cancro alla prostata. Per tutti i partecipanti è stata analizzata l’associazione del proprio stile di vita con la lunghezza dei telomeri e della telomerasi.
Durante lo studio, durato cinque anni e pubblicato su The Lancet Oncology, a dieci volontari è stato detto di modificare il proprio stile di vita. Questi, avrebbero dovuto cambiare nettamente la loro dieta, seguire un po’ di esercizio fisico (non eccessivo) ed evitare, per quanto possibile, ogni fonte di stress. Gli altri 25 partecipanti allo studio, invece, dovevano seguire la loro vita esattamente come avevano sempre fatto.

Dai risultati è emerso che solo il gruppo che conduceva uno stile di vita più sano è riuscito a ottenere un incremento significativo – circa il 10% – della lunghezza dei telomeri. L’aumento della lunghezza dei telomeri, inoltre, risultava direttamente proporzionale con i cambiamenti al proprio stile di vita: più erano marcati, maggiori erano i benefici.
Al termine dei cinque anni, le restanti venticinque persone che non avevano fatto alcun cambiamento, mostravano telomeri addirittura più corti (circa il 3%) dall’inizio dello studio. Questo risultato, se vogliamo, è del tutto normale, visto che con gli anni i telomeri tendono a ridursi.
«L’accorciamento dei telomeri aumenta il rischio di una grande varietà di malattie croniche. Crediamo che l’aumento della lunghezza dei telomeri possa aiutare a prevenire queste condizioni e forse anche allungare la durata della vita», concludono i ricercatori.
Insomma, vita migliore, vita più lunga.

Ci risiamo…la solita voglia di durare il più a lungo possibile…vivere fino a dopo i 100 anni…. Magari senza denti…con tutte le protesi possibili…con un cervello che fa acqua …con lo sguardo da handicappato di terza serie….per poi cosa?… Per poter dire: ho 110 anni o di più?…quando non puoi muoverti più come vuoi….niente stravizi….niente donne, fumo, alcool….niente libri da gustare o internet da chattare…… ma che si campa a fare così?….Poi i parenti che dicono : ma guarda ci sta con la testa…ha un cervello lucido !!!…e non è vero…..ripete sempre le stesse cose…. Spesso tace, ma non perché pensa…tace perché non sa cosa dire…è fuori della realtà della vita normale…… è un corpo anormale al cui interno c’è un’anima che vuole partire…vuole andare via…nel luogo dove tutto è diverso….eppure i parenti, i dottori, le medicine, i mass media impediscono questo percorso che è naturale per tutti e tutti vogliono renderlo innaturale…

stok 040

viaggi…

Normale che io pensi al mio ultimo viaggio…c’è sempre un  qualcosa che mi lascia un po’ in sospeso prima dell’arrivo definitivo in un  certo posto…una certa nazione…….si è vero…l’aereo è atterrato…tutto bene….i bagagli a posto….fatto con il bancomat un po’ di moneta locale… trovato il treno o la metro che mi porta in Centro…trovato l’albergo…..salgo i piani con l’ascensore e sono con il cuore un po’ sospeso…..la voglia di vedere la stanza che considererò la mia casa per qualche tempo… Mi fa sempre così….poi entrato con la tessera elettronica….. appoggiato il trolley in terra …mi stendo sul letto e chiudo gli occhi per un attimo….e sono arrivato…..Allora si che mi considero lì… Stoccolma ..ad esempio…

 

 

DSC05416

DSC05403

violenza

Ban Ki-moon: «Assad sarà processato»
Gli ispettori: «rapporto completato»

«Colpevole di crimini contro l’umanità». Damasco impedisce le cure dei feriti nelle zone controllate dall’opposizione.

IL CONFLITTO IN SIRIA

Ban Ki-moon: «Assad sarà processato»
Gli ispettori: «rapporto completato»

«Colpevole di crimini contro l’umanità». Damasco impedisce le cure dei feriti nelle zone controllate dall’opposizione.

Il presidente Assad è colpevole di «numerosi crimini contro l’umanità», lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon. Oggi il segretario generale ha fatto alcuni commenti sulle conclusioni degli ispettori pensando di non esser registrato mentre le sue dichiarazioni sono state trasmesse dai sistemi a circuito chiuso interni dell’Onu. «Sono sicuro che ci sarà un processo per accertare le sue responsabilità quando tutto sarà finito» ha detto Ban Ki-moon. Il portavoce dell’Onu Farhan Haq si è però affrettato a smentire il fatto che il segretario generale delle nazioni unite possa già avere in mano il rapporto degli ispettori. Lo stesso Ban Ki-moon ha confermato di non conoscere i contenuti del documento, ma ha detto di aspettarsi la «soverchiante dimostrazione» sull’uso delle armi chimiche in Siria. Gli ispettori nel frattempo hanno concluso il loro lavoro e hanno preparato il documento che sarà consegnato durante il week end allo stesso Ban Ki-moon. Lo ha fatto sapere Ake Sellstrom, capo del team di esperti incaricato dell’indagine.

Siria, Ban Ki-moon: «Prove schiaccianti di uso armi chimiche»

Fine modulo

LE ACCUSE A DAMASCO – La dichiarazione del segretario dell’Onu arriva a cavallo delle denunce che provengono dalla Siria dove il governo è accusato di avere impedito in maniera sistematica, come «politica» di Stato, che i feriti provenienti dalle zone controllate dall’opposizione o vicine ad esse fossero curati. Per questo conduce incursioni contro le unità mediche, ospedaliere e il personale sanitario. Non solo: i caccia di Damasco colpiscono gli ospedali e anche gli ospedali da campo. A denunciarlo è la Commissione d’inchiesta dell’Onu per la Siria in un rapporto concentrato sugli attacchi ai centri sanitari nel contesto della guerra civile in Siria, attacchi -è la denuncia- utilizzati come «arma di guerra».

ARMI CHIMICHE – Nell’ultimo rapporto divulgato lo scorso mercoledì, l’Onu accusava sia le forze governative che i ribelli per i dilaganti crimini di guerra. Gli ispettori erano quindi giunti alla conclusione che la maggior parte delle vittime in Siria fosse stata causata da attacchi con armi convenzionali. Nel documento si criticano poi gli Stati che hanno fornito armi al governo di Bashar al-Assad o all’opposizione.

INCONTRO A GINEVRA – Intanto prosegue a Ginevra il confronto sul piano russo per mettere sotto controllo le armi chimiche in possesso del regime siriano. Venerdì, il segretario di Stato Usa John Kerry ha annunciato che incontrerà nuovamente il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov a fine mese a New York nel tentativo di definire una data per la conferenza di pace sulla Siria, nota come «Ginevra 2». «Siamo entrambi d’accordo – ha detto Kerry durante una conferenza stampa a Ginevra con l’omologo Lavrov e l’inviato di Onu e Lega Araba per la Siria Lakhdar Brahimi – a incontrarci a New York nei giorni dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, intorno al 28 del mese, per vedere se è possibile trovare una data per la conferenza».

MOSCA – Da parte sua il presidente russo Putin ha lodato l’annuncio della Siria di adesione al trattato mondiale contro le armi chimiche: «Dimostra serie intenzioni di Damasco di risolvere il conflitto». Il presidente russo ha ribadito che un intervento militare in Siria sarebbe «inaccettabile» e ha sottolineato l’importanza in questo momento di promuovere l’iniziativa del controllo internazionale sulle armi chimiche di Damasco. «La Siria è al centro della nostra attenzione ora», ha dichiarato dal summit della Shanghai Cooperation Organisation a Bishkek, «riteniamo inaccettabile l’intervento militare in questo Paese, senza un mandato del Consiglio di Sicurezza Onu». Putin ha poi fatto notare che i «recenti sforzi diplomatici hanno permesso di ridurre la minaccia di un’operazione militare» e che «di grande importanza, in questo contesto, è stata la promozione dell’iniziativa di stabilire un controllo internazionale sulle armi chimiche in Siria».

….ho paura…. Leggo giorno per giorno notizie su quello che sta accadendo nel Mondo…. C’è una escalation di violenze …di uccisioni….di esplosioni….. nazioni che dopo anni si risvegliano e iniziano a scaricare quella che forse era sofferenza e poi è diventata violenza e crudeltà…perché l’uomo è crudele quando viene portato ad un certo livello di insofferenza…..e la  Libia, l’Egitto…la Siria…..prima ancora il Congo…..ed altri paesi…nascosti dai mass media che ragionano solo dietro la spinta di interessi di parte….. Ho paura perché questa escalation  iniziata non si sa esattamente dove…si sta allargando a macchia d’olio…..ho paura che anche nei nostri paesi cosiddetti occidentali possa avvenire un qualcosa di simile…. Al solito i nostri governanti  sono ciechi e sordi, come lo sono sempre stati, pensando solo ai propri interessi…Ma forse non ricordano la rivoluzione francese, quando tutti i nobili e le loro famiglie furono  trucidati….nobili che anche loro non credevano alla crudeltà del popolo ….popolo che diventa violento e crudele quando non ha più nulla da perdere… Ho paura e vorrei che anche coloro che sono al potere l’avessero….

 

IMG_4056

Svezia

leggendo i romanzi di scrittori svedesi….guardando le foto….ascoltando i racconti della gente che ci è stata…. è tutto vero…. un paese così è difficile trovarlo in questo Mondo….. Le persone, l’ambiente, il cibo, l’aria, l’acqua…….la città di Stoccolma con i suoi tanti servizi….i suoi palazzi…..le sue strade….la sua pulizia….. il suo silenzio….si anche il silenzio che si nota in mezzo alle persone …..non sono gli svedesi dei ” caciaroni ” come noi italiani….insomma…mi sono innamorato di questo luogo…

stok 090

si ricomincia…

Piove…dopo il sole …il caldo…la luce….la pelle libera di respirare senza vestimenti come parlava il poeta….. ora piove….. inizia a rinfrescare…..si fa buio…… i brividi sulla pelle fanno venire voglia di un maglioncino…. Di cotone è vero, ma  con le maniche lunghe…. Onestamente il metterlo mi dà una certa voglia di carezze….perchè la stoffa che scivola sulla pelle e sulle spalle mi dà l’idea della mano di una donna…… Finiscono le ferie…… le gite…i viaggi…..si ricomincia a lavorare…..ad impegnarsi……è la vita  che seguita il suo corso, tenendoci per mano…..

E’ ora che riprendo il blog dopo tanto tempo lasciato a se stesso…. Coraggio….. inizio a raccontare dall’ultima volta…

 

stok 181