Cecile Kyenge

Banane contro Kyenge, solidarieta’ su Twitter

Lei dice: Coraggio dalla base per cambiare le cose

 

CERVIA (RAVENNA) – ”Il coraggio e l’ottimismo per cambiare le cose deve soprattutto partire dalla base e arrivare alle istituzioni”. Lo ha twittato il ministro per l’Integrazione, Cecile Kyenge, dopo l’episodio avvenuto ieri sera alla festa Pd di Cervia, dove durante il suo intervento una persona ha lanciato verso di lei due banane, che non hanno raggiunto il palco e sono finite tra la prima e la seconda fila degli spettatori. ”Con la gente che muore di fame e la crisi sprecare cibo così è triste”, aveva commentato.

La notte precedente alcuni manichini vestiti con giubbotti scuri e jeans, imbrattati sul petto di vernice color rosso sangue e corredati da cartelli e volantini con la scritta ‘L’immigrazione uccide-No ius soli’, erano stati abbandonati nella centrale piazza dei Salinari; il gesto era stato poi rivendicato da Forza Nuova e i Cc hanno identificato sei persone quali possibili autori del blitz. Proprio Cervia tornerà ad ospitare Cecile Kyenge, ma in un contesto diverso: la Festa della Lega Nord Romagna, dove il ministro si confronterà sui temi dell’immigrazione la sera di sabato 3 agosto con il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. Era stato il parlamentare leghista romagnolo Gianluca Pini ad invitarla due settimane fa ad un dibattito alla Festa, dopo le parole su Kyenge-orango pronunciate da Roberto Calderoli. ”Le sue tesi in materia di immigrazione e cittadinanza – ha detto Pini – sono a nostro avviso molto pericolose da un punto di vista di tenuta sociale ma sono, appunto, idee. E su quelle vogliamo confrontarci, sapendo di avere argomenti validi per smentirla, non su altro”.

Sono già diversi, nella prima mattinata, i messaggi di solidarietà e di appoggio su Twitter a Cecile Kyenge, fatta oggetto di un lancio di banane ieri sera alla festa del Pd a Cervia, e alla sua immediata risposta: ”con la gente che muore di fame e la crisi sprecare cibo così è triste”. Il collega di Governo Graziano Delrio scrive: ”brava Cecile, e comunque le italiane e gli italiani sono con te”. ”Cecile grande!”, twitta Pippo Civati, mentre Sergio Lo Giudice commenta: ”brava Cecile, una lezione di stile a quei quattro selvaggi che infangano l’Italia. Ogni offesa a te è un’offesa alla Costituzione”. E il segretario Pd dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini: ”cara Cecile la tua civile determinazione e’ la loro sconfitta”

 

Se c’è una cosa che io aborro è la mancanza di educazione…. La cafonaggine di gente che non conosce la scrittura….l’ignoranza di persone che si fanno forti con le parole, ma hanno il cervello vuoto….persone che non conoscono la vita vera….. non hanno mai vissuto dove c’è la vera povertà….parlano solo per aver sentito dire….o si fanno cultura con le telenovelas o la favola di pinocchio… aborro certi gesti e certe parole che indicano solo la pochezza di chi le dice o le fa ….Però.non sopporto Cecile… io la penso solo per nome….come tanti amici ed amiche di colore che ho….. dal nero al marrone, al giallo…..non la sopporto  non per il suo colore o perché viene dal Congo….se venisse dagli USA o dalla Russia…o dalla Cina sarebbe uguale….. Per me non è adatta alla carica che un uomo non votato dal popolo le ha assegnato… Secondo me non si parte in quarta, come lei è partita, in questo momento speciale per questa Italia, pontificando e chiedendo cose che la maggior parte degli italiani, per ora, non gradisce…… Questo suo agire significa la sua ignoranza nei nostri riguardi…ed un ministro non può permettersi il lusso di ignorare i  desideri di tanta gente…Personamente io ragiono come lei…per me non dovrebbero esistere barriere di nessun genere…. Il popolo di questa pianeta , per me è unico….come un mazzo di fiori diversi di un campo….sono tutti fiori e noi tutte persone…. Uomine, donne e misti….. dico misti perche anche nella natura c’è una minima minoranza che non è né maschio  né femmina …. Ma è una minoranza….ripeto : minoranza , e come tale non può decidere di tutta la specie…chiusa parentesi….. Ora quello che predica Cecile….attualmente ….per questa nazione…. per questa crisi….non è attuabile….. Lo so che tutto è possibile…basta voler annientare questo popolo che non è stata mai una nazione…e tutto si può fare…. lo so che noi siamo una minoranza….che i bianchi sono una minoranza ….lo so che fra qualche secolo non ci saranno più  persone di color bianco….ma almeno….per ora …….

 

 

???????????????????????????????

Annunci

Lago di Vico

Ho tralasciato un po questo blog…Girando per l’ Italia ho pensato solo ad accumulare nei miei occhi e nella mia anima tutte le sensazioni che i paesaggi mai visti mi provocano…..abituato alla visione di luoghi belli  di questo mondo….lontanissimi da casa…. mi sono ritrovato senza respiro in mezzo ad una foresta simile a quelle norvegesi….la vista del lago di Vico…un laghetto quasi di montagna posto in mezzo a questa penisola…. bello….calmo…..colorato….pieno di pace e di silenzio… con degli ospiti gentili..educati…. lontani dallo stereotipo del gestore italico…sempre pronto ad approfittarsi del cliente… Insomma è valsa la pena andare a zonzo e trovare certe meraviglie….. Sono dell’idea che visitare un paese è cosa bella, ma visitarlo piano, magari a piedi è meglio….si scoprono angolini e spettacoli che la fretta non ti permette di vedere…e noi siamo diventati come i giapponesi di una volta, ora sono i coreani o i cinesi,…..tutto di corsa…. Mai una sosta per permettere all’anima di godere e metabolizzare quello che vede….. Bene, questo lago azzurro, in mezzo alle montagne verdi di alberi, è stato una sorpresa, piacevolissima…

 

IMG_3155

pizzo?

Antimafia

Capaci: Nasce la spiaggia di Addiopizzo, libera e partecipata

Si chiama “Sconzajuoco”, dal nome della barca di Libero Grassi, la prima spiaggia di Addiopizzo a Capaci. Un bene comune da vivere in modo partecipato…

Venerdì 5 luglio è stata inaugurata una spiaggia molto diversa dalle altre. È diversa perché è la prima spiaggia libera attrezzata a Capaci, a pochi chilometri di distanza dal luogo della strage in cui hanno perso la vita Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e i loro agenti di scorta. Ed è diversa perché è la prima spiaggia di Addiopizzo.
Si estende per 2100 metri quadri e prende il nome, “Sconzajuoco”, dalla barca di Libero Grassi, l’imprenditore assassinato da Cosa Nostra ormai più di vent’anni fa per aver denunciato il racket mafioso. È stato proprio il figlio, Davide Grassi, a tagliare il nastro, alla presenza dei volontari di Addiopizzo che si sono attivati per questo progetto con il sostegno di Libera, Legambiente, Greenpeace, Gay Pride 2013 e Angels For Travellers. La spiaggia nasce infatti come un vero e proprio gioco di squadra in cui tutti i commercianti della zona si sono messi alla prova per fornire le attrezzature e la forza lavoro.
Lo spazio non si limiterà ad accogliere i bagnanti a prezzi calmierati per i soci, gli studenti e chi arriva in bici e con i mezzi pubblici. Addiopizzo, infatti, si propone di trovare “un modo nuovo di vivere il mare e la spiaggia”: una spiaggia come bene comune, da vivere in modo partecipato. Si spiegano così il bar con prodotti pizzo-free, l’area per i bambini, la biblioteca, l’area per lo sport e le attività culturali come dibattiti, spettacoli e presentazioni di libri.  

8 Luglio 2013

Valentina Neri    @ neri@valori.it

 

Non so se una notizia del genere possa interessare dalle mie parti…..qui la spiaggia è dei bagnini per una parte e pubblica per l’altra…..non ci sono problemi che forse sorgono in altre zone d’Italia….tipo la Sicilia….. però questo articolo mi fa pensare….. Torno ora dal mare….acqua pulita, spiaggia pulita….ci pensiamo tutti noi frequentatori a tenerla così e se qualche isolato lascia sporco, noi si pulisce….Non c’è bagnino ne salvagente…..ci sono bar e ristorantini lungo il litorale…. Caffè ad 1 euro….. brioches 0,90….il prezzo giusto… Non sembra che ci sia la mafia e forse non c’è….. Forse lì in Sicilia è un’altra cosa….forse..

 

DSC04553

spiaggia

ImmagineC’è un punto di questa spiaggia che  rimane nascosto ai turisti ed i locali lo snobbano….non so perché…forse troppo vicino al mare….troppo lontano dai bar o dalle docce…. Bene io vado lì…quasi tutti i giorni….lo sento casa mia…..arrivo….metto  il telo da mare…..ipad…cellulare….libro da leggere…. occhiali….. la crema protezione 50…..siedo….guardo il mare….lo saluto….mi guardo attorno e note sempre le solite coppie…di donne….donne sole…donne in compagnia di donne……rarissimi uomini e bambini….solo quelli che passano a piedi e vanno….. qualche volta c’è un po di traffico….ma poi si calma tutto e ci si ritrova soli….. con noi stessi….con il rumore del mare….con il sole che gioca con la mia pelle… ho notato che il libro che mi porto non ha molto successo…. Preferisco  pensare…chiudo gli occhi e mi rilascio sul lettino….e’ bello creare una fantasia e poi vederla espandersi….. Ogni mattina sempre di più…

 

cucina

Abbattitore

L’abbattitore è un elettrodomestico nato in un primo tempo per un utilizzo prettamente industriale che sta avendo ora una grande diffusione anche nelle nostre cucine grazie anche alla diminuzione dei prezzi.

 

 

Nato in un primo tempo per un uso prettamente industriale, e destinato a ristoranti e pasticcerie, l’utilizzo dell’abbattitore si sta diffondendo sempre più e con il diminuire dei prezzi inizia oggi ad essere presente anche nelle nostre case.

Ma che cos’è l’abbattitore? In poche parole l’abbattitore è un surgelatore che, sfruttando aria forzata a -40 °C, raffredda rapidamente il cibo abbassandone la temperatura dai circa 90 di cottura a 3 °C anche al centro in circa 90 minuti, mentre surgela a -18 °C in circa 4 ore, e senza che si formino i cristalli di ghiaccio che alterano la consistenza ed il sapore del cibo spezzandone le cellule.

Nei ristoranti giapponesi che servono tra le altre portate anche il pesce crudo, è obbligatorio tenere il pesce crudo in un abbattitore a -18 °C per almeno 24 ore, questo procedimento, che tra l’altro non varia assolutamente il gusto dell’alimento, distrugge i batteri e i parassiti che potrebbero essere presenti all’interno.

Il vantaggio di un rapido raffreddamento di un cibo, o anche di una salsa, è quello di mantenerne inalterate le proprietà organolettiche col vantaggio di fargli attraversare rapidamente la fascia di temperature dai 40 ai 10 °C, fascia che è quella più favorevole alla formazione di batteri nocivi quali salmonella, stafilococchi e anisakis, che è il parassita trasmesso dal pesce crudo.

Anche lo lo chef Mauro Uliassi è di questo parere affermando che: “In cucina il freddo è importante quanto il fuoco. Un abbattitore è fondamentale per la conservazione del pesce crudo, ma utile anche per il mantenimento di sughi come il ragù. Un tempo, dopo averlo cotto, bisognava immergere la pentola nell’acqua fredda con ghiaccio. Tempi lunghi e si correva il rischio che si producesse lo stafilococco. Tutto risolto dall’abbattitore”.

La tecnologia ci fornisce quindi uno strumento che si dimostra un valido aiuto nelle nostre cucine, e, anche se il costo attuale non è alla portata di tutti, i vantaggi che offre potrebbero farlo preferire all’acquisto di un surgelatore classico, si pensi per esempio a chi ha poco tempo in cucina, è possibile preparare una serie di pranzi quando se ne ha la possibilità conservandoli poi in un abbattitore servendoli poi freschi come appena cotti!

 

 

Leggo di tutto sul web…velocemente e senza soffermarmi troppo sulle cose…… è raro che riprenda una notizia e la cerchi in altri siti…. Mi basta sapere… Questa però dell’abbattitore mi è sembrata però un po’ poco vera… Qualche anno fa ho frequentato un corso di cucina,…. per la verità di corsi ne ho fatti alcuni…..ma quello era solo riservato ai dolci….. semifreddi….mousse…. Bene…l’insegnante…un cuoco di Senigallia…stessa patria di Uliassi, mi ha fatto conoscere l’utilità dell’abbattitore…. Chiamato così perché “abbatte” il calore di un cibo e lo porta rapidamente allo zero ed oltre….l’ho usato per raffreddare rapidamente i dolci usciti dal forno….raffreddare perché dopo andavano ancora elaborati e non si poteva aspettare tutto il tempo impiegato al dolce a raffreddarsi…. Quindi è un apparecchio diciamo non per famiglia e tantomeno usabile come congelatore…. Ho imparato varie cose in quel corso….. ad essere più attento nelle dosi….c’è tutta una tecnica per manipolare gli ingredienti…..è vero…però i dolci che io faccio…dolci di vecchie ricette….sono molto più buoni di quelli fatti a regola d’arte…questo è quello che mi dicono gli amici….. ad esempio non peso mai gli ingredienti, tranne  la farina, faccio tutto ad occhio, ma le cose mi vengono bene…… quando una crostata, ad esempio è cotta, la lascio raffreddare nel forno, lentamente….. lo so che non si fa così….ma a me viene bene….

 

 

 

DSC04342

ricordi

Ci  sono immagini o persone che sembrano essere messe lì per farti provare un qualcosa di nuovo…o forse di vecchio che tu hai chiuso dentro il tuo cuore  ed hai dimenticato….. l’immagine o la persona aprono quel cassetto e le sensazioni escono…e con loro i ricordi…… ed i dolori o le gioie dimenticati….. Credo che nulla si possa dimenticare per sempre….. nulla va distrutto in noi…è solo messo da parte…magari in un cantuccio buio e nascosto….ma  se ci guardi bene, vedi che il buio buio non esiste, esiste un buio che ha un’ombra di luce…..come i ceppi del camino che durante la notte sembrano spegnersi, ma poi al mattino, appena toccati, ravvivano la fiamma nascosta sotto la cenere…..e questa immagine mi riporta alla luce sensazioni di una violenza che mi fa paura….lo sguardo che mi rivolgeva  mentre mi allontanavo con la madre….una donna della mia gioventù piena di errori….”sta tranquilla…veniamo presto…non facciamo tardi…aspettaci qui ed intanto guarda le vetrine…”…l’abbiamo ritrovata  in un commissariato, piangeva…chiamava la mamma ..credeva di essere stata abbandonata……Quante cose ci sono in noi da bruciare…..

 

???????????????????????????????

mare

Sto in seconda fila, con i piedi che giocano con la sabbia fine, pulita , io che sono abituato ai sassi….al silenzio delle rocce sotto il monte…..agli angoli pieni di nudisti….mi ritrovo con un lettino accanto a tanti altri, pieni di corpi profumati di crema solare……mi sono spalmato anche io di crema, protezione 50….così ha detto il mio dott. ….. il sole è pericoloso per la mia pelle….. così dice lui….a me interessa poco…mi piace essere accarezzato dai raggi  caldi….sembrano mani invisibli di donne assetate d’amore….. c’è una promiscuità  in questo  spazio che impedisce ai pensieri di  allontanarsi ….restano  imprigionati in questo corpo…… sento il rumore di un tamburo e vedo arrivare un gruppo di tre suonatori….. una tromba, un tamburo,  una chitarra….ed una donna  con un piattino….. anche qui c’è la solita richiesta di aiuto…. Mi piace la fantasia di certe persone…i vu cumprà si stanno evolvendo…..