salvini e napolitano

Salvini umilia Napolitano: “Va ricoverato”

Il leader della Lega interviene a gamba tesa contro l’ex Capo dello Stato che ha definito il Carroccio un partito xenofobo

Claudio Cartaldo – Mar, 24/05/2016 – 18:18

Una duro attacco quello di Matteo Salvini contro Giorgio Napolitano. L’uscita dell’ex capo dello Stato contro la Lega, definita dall’ex presidente come “su posizioni xenofobe”, ha irritato Salvini. che non le ha mandate a dire. “Napolitano dovrebbe essere ricoverato, non sa più quello che dice – ha affermato Salvini, parlando con i giornalisti a Cassano allo Ionio – Straparla e mi spiace che prenda uno stipendio dello Stato Italiano”. Non mancheranno polemiche politiche per questo duro scambio di battute tra i due politici che anche in passato non si sono amati.

La Lega, intanto, ha annunciato azioni legali contro l’ex capo dello Stato per diffamazione: “Noi – ci tengono a sottolineare i capigruppo di Camera e Senato del Carroccio – non abbiamo paura proprio di nessuno, vogliamo solo difendere la nostra gente, per questo rigettiamo questa infamia”.

 

Quasi 91 anni….una vita vissuta , credo, in modo intensivo, anche se non ha mai lavorato veramente, intendo per lavorato, il lavoro manuale o intellettuale che rende l’uomo libero….la vita che Giorgio Napolitano ha vissuto, sicuramente l’ha logorato, perché il potere, anche se Andreotti diceva di no, logora veramente chi lo esercita…… Ora io dico: hai più di 90 anni….….vivi in modo agiato e senza problemi di natura economica….hai sempre gente attorno, pagata da noi, che è pronta a correre ad un tuo bisogno….Non conosco la tua vita sentimentale, ma credo che il potere che fino a poco tempo fa  hai esercitato, ti abbia asciugato quelle che io , volgarmente, chiamo palle….mentre la gente politicamente corretta, non chiama ….fa finta che non esitano, al solito ben falsi in tutto, anche nelle parole…. ripeto, hai più di 90 anni, e di danni a questa povero paese ne hai fatti tanti…..anche se i soliti falsi dicono il contrario, ed è logico, sono quelli che ti hanno aiutato a far dannare l’Italia ed i veri Italiani…..ora…sei arrivato a questa età….una volta non ci si arrivava, si moriva prima….ora ci si arriva ed anche tu ci sei arrivato…. Non so come stai fisicamente, ma mentalmente non credo che tu stia bene…. Io faccio un po’ di volontariato e seguo le persone di una certa età….. tutte serene e quasi felici, quasi pimpanti…ma sotto sotto si nota che a volta il cervello svalvola…..ma è normale…. Quando qualcuno mi dice : ma guarda !! senti come ragione? Ci sta con la testa….io sorrido, e per pietà cristiana sto zitto ! ma vorrei dire a questi illusi, che superati gli 80-85 il cervello non è più quello….. è inutile credere alle favole…..una persona vecchia è vecchia sia nella testa di sotto che in quella di sopra…..logicamente ci sono le eccezioni , ma la maggior parte, quasi tutta, ha un cervello che parte per la tangente e dice cavolate…..non è colpa del vecchio…è colpa del cervello che non è più quello….cerchiamo di capirci e non inventiamoci cose che non stanno né in cielo né in terra…. Ora il perché di questo commento all’articolo sopra ? semplice….lascia perdere tutto e goditi questi ultimi giorni di vita….e quello che dovrebbero fare tutti, arrivati a quella età….ed aggiungo è quello che quella specie di nostro parlamento dovrebbe assicurare per tutti e non solo per loro…….

vento 038

 

Annunci

Ninive

Iraq, l’Isis distrugge Ninive, ruspe contro le mura Assire

Bulldozer che radono al suolo le antiche porte assire di Adad e di Mashki, nella parte orientale di Mosul, roccaforte jihadista nel nord dell’Iraq, dove sorgono le rovine dell’antica cinta muraria di Ninive. Mostrano questo ennesimo scempio del Califfato le fotografie diffuse domenica dall’Isis sul web e di cui dà conto Rudaw, sito di notizie curdo.

L’ennesima distruzione di un ricordo delle nostre origini di Umanità…. Non capisco la necessità di distruggere cose che non danno fastidio ad alcuno… statue, mura, quadri…..opera d’arte o opere fatte da uomini che sicuramente non pensavano di aver creato un’opera eterna, ma che almeno sarebbe durata nel tempo….. non pensavano, ci scommetto, che ci sarebbero state persone con la voglia di distruggere, voglia insensata, voglia di far del male a tutta l’Umanità…perché la distruzione di certe opere, fa male sul serio a tutti…. Meno ai soliti idioti che si sentono forti e virili, rompendo e distruggendo…. A me danno l’impressione di persone non ancora cresciute…di bambini…che a volte rompono per dispetto una cosa cara , proprio per far dispetto e per acquisire una certa notorietà…. Succede ai bambini e parlo per esperienza, e questi tizi sono, secondo me, bambini a cui è stato dato in mano il potere e le armi per distruggere…


 

mare..

Ci sono dei momenti che riescono a penetrare nella mia anima e generano in questo spazio pieno di cose mie  delle sensazioni strane…. Allora succede che mi fermo…siedo dove posso e chiudo gli occhi….in lontananza arriva un suono che si traduce in parole e sento la voce amica del mare che mi chiama….. “ Hai ragione amico mio….in questo periodo ti ho trascurato !! sono stato cattivo con te….non so come fai a sopportarmi e a rimanere mio amico….”” E prendo la macchina e scappo  sulla sua riva…… oggi è grigio…tutto è grigio…cielo, acqua…sabbia….sassi…. Mi siedo dopo aver accarezzato la sua acqua ed il mare mi parla felice….e mi racconta….tante sono le cose da dire…..la coppia che ha fatto sesso per la prima volta, nascosta dietro questi massi …. I gabbiani che sono accorsi per mangiare le molliche gettate da quel bimbo nero…. Il traghetto che da Spalato arriva in Ancona…. Le bottiglie di plastica gettate da quel gruppo di ubriachi….  Le parole urlate da quel tuo parente mentre faceva surf…..

13177578_1162295340487734_3270824031791245850_n

Austria

Cancelliere socialdemocratico

Werner Faymann, Cancelliere austriaco dimesso

Lascia Werner Faymann dopo la pesante sconfitta del suo partito contro l’estrema destra xenofoba al primo turno delle presidenziali. Era in carica dal 2008, sua la “firma” per la barriera “anti migranti” al Brennero. Pronta la nomina del capo del governo ad interim, il conservatore Mitterlehner
Oevp, Reinhold Mitterlehner ad assumere l’interim.  Il presidente della Repubblica Heinz Fischer accetterà nel pomeriggio le lettera di dimissioni di Faymann e darà l’incarico di cancelliere ad interim a Mitterlehner.Austria, dopo la vittoria della destra xenofoba, si dimette il Cancelliere “moderato”  Werner Faymann, che però aveva dato il via libera al “muro anti-migranti al Brennero. Il suo partito,  il socialdemocratico, aveva subito una pesante sconfitta elettorale alle ultime presidenziali. Per questo Faymann ha anche annunciato le sue dimissioni da leader del partito socialdemocratico.

L’addio arriva mentre si avvicina il ballottaggio del 22 maggio alle presidenziali dove, per la prima volta, sono rimasti esclusi i grandi partiti tradizionali, popolari e socialdemocratici:  la sfida sarà tra Norbert Hofer del partito della destra anti immigrati Fpoe, vero trionfatore, e, più indietro, il candidato dei Verdi Alexander Van der Bellen. E il governo ora è nel caos. I partiti socialdemocratico (Spoe) e conservatore (Oevp) governavano insieme dal 2008 in una grande coalizione guidata da Faymann.

Le prime pesanti crepe sulla tenuta del governo si erano aperte lo scorso 24 aprile, quando al voto erano stati chiamati 6,4 milioni di austriaci. Il favorito al primo turno delle presidenziali sembrava essere Van der Bellen, economista di 72 anni che tra il 1997 e il 2008 ha guidato il partito ecologista e progressista dei Verdi, ma invece tutto si è ribaltato. Ha stravinto Norbert Hofer, uomo ultranazionalista, euroscettico e anti-immigrazione e, per la prima volta dal Dopoguerra, fuori dalle elezioni presidenziali sono finiti proprio i grandi partiti tradizionali, i popolari e i socialdemocratici, di cui Faymann era espressione congiunta.

L’annuncio delle dimissioni  è arrivato durante una conferenza stampa convocata frettolosamente, in cui il Cancelliere ha sottolineato anche che “avere la maggioranza (nel partito) non è abbastanza”. Faymann, fino ad oggi alla guida di un esecutivo moderato centrista, è finito sotto pressione da parte soprattutto dai sindacati e dall’ala giovanile del suo partito, per il risultato deludente di Spo nelle recenti elezioni presidenziali e anche per la linea dura adottata sulla questione migranti – il suo governo aveva dato il via libera alla realizzazione della barriera al Brennero – e sul giro di vite nel diritto d’asilo. Provvedimenti che comunque non hanno portato più consensi al governo socialdemocratico. E, dopo il successo di Hofer al primo turno delle presidenziali, diverse voci si erano alzate nel partito contro chiedendo le sue dimissioni.

“Questo governo ha bisogno di ripartire nuovamente con forza”, ha detto Faymann, dopo un incontro con i leader del partito, aggiungendo:  “Quando si ha l’onore di essere cancelliere dell’Austria per 7 anni e mezzo si dice grazie, con profonda convinzione”. E Faymann ha difeso i risultati ottenuti durante i suoi mandati con la Grosse Koalition viennese: in primo luogo la tenuta dell’Austria durante la crisi finanziaria, e subito dopo la sua gestione della crisi dei profughi. “È una grande sfida, che lo scorso anno abbiamo gestito assieme a Germania e Svezia – ha ricordato Faymann – centinaia di migliaia di profughi sono arrivati in Austria, il 95% ha proseguito altrove”. Faymann ha rimarcato il contributo di Vienna (“abbiamo dato asilo a oltre 90.000 persone”), ma ha poi detto che “all’inizio dell’anno è apparso chiaro che la soluzione europea non faceva progressi”.
Da qui, a suo avviso, la necessità di prendere atto della nuova situazione: “Sarebbe stato poco responsabile non mettere in campo misure nazionali, non perché siano migliori ma perché le richiede la realtà”, ha detto. Queste misure hanno “suscitato molta resistenza, non da ultimo anche nel mio stesso partito”, ha concluso il socialdemocratico dimissionario.

E sarà il vice-cancelliere del partito popolare
Sto pensando a Renzi ed al suo governo…una cosa così in italia non può mai accadere….siamo troppo pecoroni e la maggior parte di quelli che votano sono alle dirette dipendenze dei Partiti che li fanno mangiare e li vestono, e danno loro uno pseudo lavoro, giusto per salvare la faccia…..gli altri, quelli che non votano sono quelli che lavorano come somari  e sono buoni solo a rimuginare nel chiuso della loro stanza…. Vivendo di televisione e di sport….di telenovelas e di maria de filippi o come si chiama…..al solito, noi pecoroni ,siamo sempre pronti a spingere il carro del vincitore attuale, che poi vincitore non è, ma solo un fasullo che si approfitta della nostra dabbenaggine….Io non sto criticando nessuno…sto solo guardando la realtà di questa penisola chiamata italia…..

lidia 4 034