babbo natale…

Mi  hanno proposto di mascherarmi da babbo natale con il compito di girare per il centro ed offrire caramelle e dolciumi ai bimbi ….io accompagnato da una Babba Natale   ed un angelo con una gerla sulle spalle , gerla piena di dolci…. Per un attimo sono  stato tentato di accettare….girare per il centro marcherato  mi attizzava…..poi ci ho ripensato….Mi sono detto : sono un cristiano, anche se acciaccato e a volte rotto, e credo in Gesù e nella sua venuta su questa Terra….con il ruolo di Babbo Natale, svicolo e nascondo o minimizzo il ruolo che  Gesù ha avuto ed ha sulle persone e soprattutto sui bambini, in questo periodo…..No…non lo farò. E l’ho detto a chi mi invogliava…..ed ho spiegato che il 25 dicembre è il compleanno di Gesù….noi cristiani facciamo festa  perché ricordiamo la nascita di questo bambino-Dio….. ai miei tempi era Gesù Bambino che portava i regali ai bimbi buoni…oggi, con tutti questi cristiani modernizzati, non si parla più di Gesù ma del babbo natale….. Se  glielo fai notare, tali cristiani o pseudo tali, ti rispondono : ma che c’entra? Ma che c’è di male ? e già a queste risposte mi viene voglia di dare un pugno sul naso a chi le dice…..  Secondo me  i veri cristiani sono pochi in questo Mondo…sono stati sempre pochi…gli altri si sono accodati per tanti motivi contingenti e personali…..sono sicuro che se si riuscisse a fare una vera statistica, con domande appropriate, si scoprirebbe che di veri cristiani se ne trovano si e no una diecina di milioni, in tutto il mondo….. Il Paradiso sulla Terra, che dovrebbe già essere visibile, non lo è ed è colpa nostra, di noi che ci chiamiamo cristiani pur non essendolo a tutto campo……. Siamo cristiani a metà e in certe feste particolare…soprattutto Natale o Pasqua …ci si accorge in quanti siamo veramente…… Sto pensando di abolire nel mio linguaggio la parola Natale….è inflazionata…tutti la usano a sproposito….anche chi non crede o crede ad altri dei…… voglio usare la parole :Natività di Gesù…..è semplice, chiara e senza equivoci.

natale a Castelbellino 030

 

Annunci

pacco di natale

Che strano, ho bisogno della musica, non la musica normale, suoni di oggetti o di voci….no, ho bisogno di una musica specifica …..canzoni senza parole o appena sussurrate che  riescono ad aprire la mia mente piena di pensieri …ed allora sono pronto a riversare i pensieri su fogli di carta bianchi…..ho voluto invece della musica, leggere, ho ripreso un  vecchio libro già letto, di una scrittrice Silvana De  Mari…un romanzo fantasy che già mi aveva preso  allora e che mi ha ripreso ancora…… gusto ancora le parole, le frasi, le situazioni…..e piano piano mi  ritornano alla mente le sensazioni che avevo provato allora… Ho dovuto sforzarmi per staccare…..ho poco tempo e voglio fissare qualcosa qui nel blog prima di ricominciare a “combattere” con gli stranieri…..li chiamo cosi’….stranieri…non italiani…non europei…..non cristiani…. colorati…….fra poco è Natale ed ogni Natale noi ci sentiamo in obbligo ad essere più buoni….a dare di più….  E questa nostra situazione viene percepita dai  “ diversi”  che subito approfittano della nostra falsa debolezza….. dico falsa perché è vero che con una mano diamo aiuto a questi qui, ma con l’altra facciamo i dovuto scongiuri per non vederli più girare nelle nostre strade….. e questo il periodo , dicevo, che si combatte con loro e per loro…..si preparano i pacchi natalizi pieni di cibo e vestiario…. “” anche il panettone ed il torrone, mi raccomando !!”” è quello che sento in questi giorni…..ma se per noi cristiani il  25 dicembre è festa perché è il Natale di Gesù, per i mussulmani che festa è? ….le solite domande stupide delle persone che vogliono attaccare bottone….. io non rispondo…mi limito a guardare nel pacco se ho messo tutto quello che c’è scritto nel memorandum…..

Immagine 158

parole scritte….

Parole scritte sulla carta….valgono di più…vincono la gara con le parole….verba  volant dicevano i romani….già le parole scritte rimangono…ma non perché rimangono, ma perché  il mettere i pensieri su di un foglio danno più “gusto” …più piacere….è come se i pensieri si specchiassero ….è un modo di rendere visibili i pensieri che  altrimenti rimarrebbero segretari nella scatola della mente, nei vari cassetti…. Ho creato un  blog dove non c’è scritto, ci sono solo video che portano i miei pensieri a parole a chi li vuole ascoltare…. Per benino seguito a fare video, ma non sento più quel piacere che mi dà lo scrivere….poi c’è una cosa che mi fa compagnia mentre scrivo….la musica…. Con la musica i miei pensieri  si dilatano…acquistano forma e parole scritte….. e la tastiera del pc vola……. Con la musica anche i ricordi si riaccendono…è come se vivessi una nuova era….. Lucio Battisti….un cantante che mi ha accompagnato per anni e seguita ad accompagnare i miei sentimenti più profondi…. E mi ritrovo a vivere quella vita vissuta chiedendomi  degli sbagli fatti…… mi accorgo che parti della mia vita passata rimangono quasi offuscati….mi sono ritrovato a 18 anni, a 21…..e non ricordo nulla ….ho vissuto alla giornata….sesso e sballi  vari ….corse con la macchina e violenze …..se voglio entrare nella mia mente per cercare episodi, non li trovo….rimangono solo sensazioni….e mi accorgo  solo ora di aver perso tanto tempo….

fotomie138

una giornata…

Una giornata passata fra macchina e mare e casa di riposo mentre il cell non ha fatto altro che squillare fino all’esaurimento della batteria….Certo che la batteria è una grande invenzione….ogni tanto si scarica e così ti permette di avere un po’ di pace…dal cielo pieno di luce del sole alle nubi nere di pioggia e poi quei senegalesei….rannicchiati dietro il capanno della Croce Rossa per proteggersi dal vento freddo…non si sono fermati ma sono scappati chissà dove vedendomi fermare….paura…penso alla paura che molti di noi hanno di loro, mentre loro hanno paura di noi…..due paure che si scontrano e non si capiscono , mentre sarebbe più facile sorridersi e prendersi per mano….Due suore indiane dell’India mi sorridono mentre entro nella casa di riposo…C’è Stella e l’aiuto a spingere due carrozzelle…è quasi ora di cena….vedo una vecchina che si mette la dentiera mentre sta arrivando la nipote…credo che voglia fare bella impressione….C’è un profumo di cibo nell’aria…il solito profumo che si trova in tutti questi istituti….non è cattivo…anzi…sa di caldo…di calore…del colore rosa…..mentre dai finestroni chiusi vedi l’acqua della pioggia  venire giù….. Mi viene pensato…chissà se anche io farò questa fine  della mia vita….

sento

parlando di cristiani

Non sopporto a volte le domande che si fanno sulle parabole del vangelo….perchè un’adultera donna e non l’uomo….. perché c’è sempre una donna quando si deve spiegare un peccato….. perché …. perché……Non lo sopporto e penso che Gesù non voglia raccontarci una storiella più o meno interessante….. oppure voglia spiegarci le leggi ebraiche …. Credo piuttosto che voglia farci capire come noi siamo e  quale rapporto dobbiamo avere con gli altri….con Lui e con Dio Padre…… Dobbiamo imparare a guardare dentro noi stessi …a cercare di vedere le cose che abbiamo dentro e non vogliamo vedere perché ci danno fastidio…. ci rendono visibili…. ci tolgono la maschera che abbiamo in volto….. maschera che abbiamo messo per noi stessi e non per gli altri…… Dobbiamo inoltre imparare ad amare gli altri….amarli al punto da desiderare di conoscerli bene…. intimamente quasi…. così da poterli sentire vivi….. reali…. persone che esistono vicino a noi e non ombre ….. Questo nuovo amore ci porterà non a giustificare una qualche azione cattiva….vedi l’adultera….. ma a cercare di comprenderla …capirla e quasi invitarla a cambiare condotta ….. Noi dobbiamo essere come Gesù ….non giudicare….. non  condannare …. Ma solo aiutare il peccatore a redimersi e rientrare nella società che deve essere pronta ad accoglierlo…..

mare di autunno 011

aiuto

Mi ritrovo sempre con extraeuropei che sono pronti a dire si anche se non comprendono una parola di quello che gli si dice. E poi succede che si fanno una barca di kilometri inutilmente…come è accaduto ieri…..devo portare una irma in un  convento di suore….non tanto lontano….dice lei….. a Pesaro…… ed io carico su lei e si parte……50 kilometri di autostrada……6 kilometri per il centro…. Una ricerca….e non si trova nulla…… alla fine mi dà un numero telefonico scritto su un pezzo di giornale…..chiamo….. Non è  Pesaro….è un paese al confine con la Toscana….. altri 80 km ……. Lei mi sorride…. Mi viene voglia di ucciderla….. e si cammina….. ogni tanto devo fermarmi e chiedere…..mi manca il tom tom …..Finalmente il  paese…..altra telefonata……non è proprio in paese….è fuori….su una collina che poi si rivela una montagna….e finalmente dopo una salita da muli, il convento……bellissimo !! antico…con una veduta stupenda…… tante suore di clausura che a tratti si affacciano per salutare…tutte sorridenti….. felici di parlare con me…. E mi portano acqua e biscotti fatti da loro….. devo per forza accettare se no si offendono…. Non c’è il riscaldamento…. Non arriva il metano lassù e loro non hanno soldi per pagare la linea…. Fa freddo, ma accendono  per noi una stufetta a gas……. Guardo i loro sorrisi e mi sento in pace con tutti….. I biscotti sono buoni…hanno il sapore di cose antiche….mi ricordano quelli che mi faceva la matrigna…sono contente di vedermi mangiare…. Che strano….sono contento anche io..