parlando di cristiani

Non sopporto a volte le domande che si fanno sulle parabole del vangelo….perchè un’adultera donna e non l’uomo….. perché c’è sempre una donna quando si deve spiegare un peccato….. perché …. perché……Non lo sopporto e penso che Gesù non voglia raccontarci una storiella più o meno interessante….. oppure voglia spiegarci le leggi ebraiche …. Credo piuttosto che voglia farci capire come noi siamo e  quale rapporto dobbiamo avere con gli altri….con Lui e con Dio Padre…… Dobbiamo imparare a guardare dentro noi stessi …a cercare di vedere le cose che abbiamo dentro e non vogliamo vedere perché ci danno fastidio…. ci rendono visibili…. ci tolgono la maschera che abbiamo in volto….. maschera che abbiamo messo per noi stessi e non per gli altri…… Dobbiamo inoltre imparare ad amare gli altri….amarli al punto da desiderare di conoscerli bene…. intimamente quasi…. così da poterli sentire vivi….. reali…. persone che esistono vicino a noi e non ombre ….. Questo nuovo amore ci porterà non a giustificare una qualche azione cattiva….vedi l’adultera….. ma a cercare di comprenderla …capirla e quasi invitarla a cambiare condotta ….. Noi dobbiamo essere come Gesù ….non giudicare….. non  condannare …. Ma solo aiutare il peccatore a redimersi e rientrare nella società che deve essere pronta ad accoglierlo…..

mare di autunno 011

Annunci

aiuto

Mi ritrovo sempre con extraeuropei che sono pronti a dire si anche se non comprendono una parola di quello che gli si dice. E poi succede che si fanno una barca di kilometri inutilmente…come è accaduto ieri…..devo portare una irma in un  convento di suore….non tanto lontano….dice lei….. a Pesaro…… ed io carico su lei e si parte……50 kilometri di autostrada……6 kilometri per il centro…. Una ricerca….e non si trova nulla…… alla fine mi dà un numero telefonico scritto su un pezzo di giornale…..chiamo….. Non è  Pesaro….è un paese al confine con la Toscana….. altri 80 km ……. Lei mi sorride…. Mi viene voglia di ucciderla….. e si cammina….. ogni tanto devo fermarmi e chiedere…..mi manca il tom tom …..Finalmente il  paese…..altra telefonata……non è proprio in paese….è fuori….su una collina che poi si rivela una montagna….e finalmente dopo una salita da muli, il convento……bellissimo !! antico…con una veduta stupenda…… tante suore di clausura che a tratti si affacciano per salutare…tutte sorridenti….. felici di parlare con me…. E mi portano acqua e biscotti fatti da loro….. devo per forza accettare se no si offendono…. Non c’è il riscaldamento…. Non arriva il metano lassù e loro non hanno soldi per pagare la linea…. Fa freddo, ma accendono  per noi una stufetta a gas……. Guardo i loro sorrisi e mi sento in pace con tutti….. I biscotti sono buoni…hanno il sapore di cose antiche….mi ricordano quelli che mi faceva la matrigna…sono contente di vedermi mangiare…. Che strano….sono contento anche io..