ong

28 aprile 201715:45

Migranti e Ong, il caso del procuratore Zuccaro arriva al Csm

Il ministro Orlando: “Evitare strumentalizzazioni, facciamo i processi”. Di Maio: “Il governo sostenga le indagini e il magistrato”. Boldrini: “Irresponsabile gettare ombre su chi salva vite umane”

Il caso del procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, che ha più volte parlato di collusioni tra Ong e trafficanti di esseri umani, arriva al Csm. Il vicepresidente, Giovanni Legnini, ha infatti dichiarato che “sottoporrò il caso all’esame del comitato di presidenza alla prima seduta utile fissata per mercoledì 3 maggio”. Il 9 maggio, invece, Zuccaro sarà ascoltato dalla Commissione d’inchiesta parlamentare sui migranti.

Federico Gelli, presidente della Commissione, spiega che “è importante avere a disposizione ogni elemento utile per comprendere i motivi che hanno spinto il procuratore a fare certe dichiarazioni. Dobbiamo stare attenti a non gettare discredito sull’attività di tante organizzazioni senza le quali sarebbe impossibile gestire l’emergenza migranti”.

Orlando: “Evitare strumentalizzazioni” – Strumentalizzazioni sulle parole del procuratore capo di Catania, Carmelo Zuccaro “sicuramente ci sono: quando si fanno queste discussioni, è inevitabile”, ma “non ci preoccupiamo di questo, facciamo i processi”, ha commentato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando. “Di Maio – ha aggiunto – mi dice che non appoggio il procuratore? Sto dicendo esattamente il contrario, spero che la procura di Catania lavori, lavori rapidamente, e porti rapidamente a casa dei risultati”.

Di Maio ribadisce: “Sostenere Zuccaro” – “Il procuratore Zuccaro va sostenuto, non isolato e sottoposto a provvedimento disciplinare del Csm”. Così Luigi Di Maio (M5s), vicepresidente della Camera, rilanciando anche un suo intervento sul blog di Beppe Grillo sullo stesso argomento. “Massimo rispetto per il procuratore Zuccaro che denuncia un fatto gravissimo: Ong che potrebbero essere state finanziate dai trafficanti, oggi il ministro della Giustizia e il ministro dell’interno minimizzano o mettono in dubbio questo allarme. Ma in che razza di Paese viviamo? Un governo serio – ha sottolineato – dovrebbe mettersi a disposizione di quel magistrato fornendogli tutti gli strumenti per arrivare alla verità”.

Emiliano: “Zuccaro non ha sbagliato, va aiutato” – Anche il governatore della Puglia e candidato alla segreteria del Pd, Michele Emiliano, si schiera dalla parte del procuratore di Catania. “Non credo che Zuccaro abbia sbagliato. Ha lanciato un allarme. Va aiutato a cercare la verità”, ha detto.

Boldrini: “Irresponsabile gettare ombre sulle Ong” – Per la presidente della Camera, Laura Boldrini, invece “andare a buttare questa ombra su chi salva vite umane, senza avere evidenze, è una cosa grave ed irresponsabile”. “Ong finanziate da trafficanti? Salvare le vite in mare – ha sottolineato – è un dovere, chi non lo fa commette un reato”.

Inchiesta ong, il Codacons si costituisce parte offesa – Intanto il Codacons ha depositato formale costituzione di parte offesa nell’inchiesta aperta dalla Procura di Catania. “Abbiamo deciso di inserirci nel procedimento della magistratura in rappresentanza dei cittadini che sono i principali finanziatori delle Ong e che hanno diritto alla massima trasparenza – ha spiegato il presidente Carlo Rienzi – Se esiste anche il minimo sospetto di illeciti di qualsiasi natura è preciso dovere della magistratura fare chiarezza, e le polemiche sollevate in questi giorni da soggetti come Roberto Saviano sono un insulto verso quei cittadini che si privano di denaro per sostenere le attività delle organizzazioni che operano nel settore dei migranti e che devono essere al di sopra di ogni sospetto”.

Al solito, non dobbiamo dimenticarci che siamo in italia, un paese pieno di furfantelli e ladri a tutti i livelli….. è normale che si sfrutti sulla pelle degli altri, soprattutto sulla pelle di neri, mulatti, gialli ed anche bianchi …e le famose nave che corrono a “salvare” le persone che scappano dalla guerra o dalla fame , sono diventate un mezzo per accumulare soldi e poi tanti….. Chi ancora pensa o crede che tutto questo sia fatto per amore o per pietà umana, vuol dire che non ha capito nulla di come è la natura umana, oppure è colluso…..non ci sono altre cause…. Mi viene voglia di dire che la maggior parte sono collusi un questo nuovo guadagno e quei pochi non collusi sono solo idioti….. Questo parlando di denaro e di guadagno…….c’è però un nuovo motivo che è grave, talmente grave che nessuno lo vuole pensare o dire…..tutti questi pseudo aiuti e trasporto di persone qui da noi, serve a destabilizzare questa Italia e ad rendere schiavi questi pochi italiani che rimarranno dopo la valanga dei colorati che occuperanno tutti i posti……. Se fosse vero questo motivo, allora ci sarebbe proprio da fare una rivoluzione armata …… Ma i magistrati, le forze dell’ordine, l’esercito, insomma coloro che hanno la penna e le armi in mano, possibile che non controllano e non capiscono e non vedono tutto quello che sta succedendo qui da noi ?…….

25 aprile 030

 

Annunci

Aspettando il Grande Cocomero

il blog di Costanza Miriano

di Costanza Miriano

Io non so quale Chiesa conoscano quelli che continuano a parlare delle rigidità da contrastare, da abbattere. Di certo non la Chiesa che scrive che Gesù Cristo e il Buddha hanno promosso la via della nonviolenza, come ha appena fatto il pontificio consiglio per il dialogo interreligioso. Leggo su wikipedia, confesso di non essermi mai interessata del tema, che il Buddha è uno che raggiunge un certo stato dopo avere trascorso varie vite non ho capito bene come. Ergo, il Buddha non esiste, perché la reincarnazione non esiste. Quindi dire che Gesù e Buddha hanno fatto qualcosa è una stupidaggine. Uno non esiste, l’altro non ha mai promosso la via della nonviolenza.

View original post 891 altre parole

accarezzo…

Sto leggendo

che si può accarezzare una persona

con le parole.

 

Chiudo gli occhi

e cerco di immaginare

cosa possa accadere,

io

sdraiato su un divano

con l’iphone premuto sull’orecchio,

mentre ascolto le tue parole .

 

Ascolto

le tue parole o

il tuo tono di voce ?

.Mi racconti prima

di te,

poi scivoli sul nostro rapporto

di amicizia-amore.

Parli di quello che sogni,

che sogniamo insieme….

 

Parli

della nostra lontananza,

del bisogno di avermi più vicino…

e il tuo tono

diventa più dolce,

meno aspro,

come quando racconti di te

e dei tuoi problemi….

 

Ascolto

le tue parole o il tuo tono di voce….

Vorrei rispondere  a quello che dici,

ma è piacevole

stare ad ascoltarti….

.è come se ascoltassi

una canzone

pensando solo alla musica,

senza capire o voler capire le parole…..

 

Diventa eccitante

questo tuo modo di raccontarmi…

.il tono piano piano

scatena il desiderio…

 

 

bigi

avulss settembre 006

Buona Pasqua

wikitesto

La Pasqua ebraica, chiamata Pesach (pasa’, in aramaico), celebra la liberazione degli Ebrei dall’Egitto grazie a Mosè e riunisce due riti: l’immolazione dell’agnello e il pane azzimo[5].

La parola ebraica pesach significa “passare oltre”, “tralasciare”, e deriva dal racconto della decima piaga, nella quale il Signore vide il sangue dell’agnello sulle porte delle case di Israele e “passò oltre”, colpendo solo i primogeniti maschi degli egiziani, compreso il figlio del faraone (Esodo, 12,21-34). La Pesach indica quindi la liberazione di Israele dalla schiavitù sotto gli egiziani e l’inizio di una nuova libertà con Dio verso la terra promessa. Gli ebrei che vivono entro i confini di Israele celebrano la Pasqua in sette giorni. Durante la festa un ebreo ortodosso deve astenersi dal consumare pane lievitato e sostituirlo con il pane azzimo, come quello che consumò il popolo ebraico durante la fuga dall’Egitto; per questo motivo la Pasqua ebraica è detta anche ‘festa degli azzimi’. La tradizione ebraica ortodossa prescrive inoltre che, durante la Pasqua, i pasti siano preparati e serviti usando stoviglie riservate strettamente a questa ricorrenza.

Con il cristianesimo la Pasqua ha acquisito un nuovo significato, indicando il passaggio da morte a vita per Gesù Cristo e il passaggio a vita nuova per i cristiani, liberati dal peccato con il sacrificio sulla croce e chiamati a risorgere con Gesù. La Pasqua cristiana è quindi la chiave interpretativa della nuova alleanza, concentrando in sé il significato del mistero messianico di Gesù e collegandolo alla Pesach dell’Esodo[5].

Perciò, la Pasqua cristiana è detta Pasqua di risurrezione, mentre quella ebraica è Pasqua di liberazione dalla schiavitù d’Egitto. Quest’ultimo significato si ricava leggendo uno dei più importanti pensatori ebraici: Filone d’Alessandria scrive che la Pasqua è il ricordo e il ringraziamento a Dio per il passaggio del Mar Rosso, ma che ha anche il significato allegorico di purificazione dell’anima[6]. La Pasqua ebraica può essere intesa anche come attesa per il Messia, come ad esempio attesta il Targum Exodi, che descrive la notte di Pasqua come il ricordo delle quattro notti iscritte nel libro delle memorie: la creazione, il sacrificio di Isacco, il Passaggio del Mar Rosso e infine la venuta del Messia e la fine del mondo.

La Pasqua cristiana[

La Pasqua è la solennità cristiana che celebra la risurrezione di Gesù, con l’instaurazione della Nuova alleanza e l’avvento del Regno di Dio[5].

Dal punto di vista teologico, la Pasqua odierna racchiude in sé tutto il mistero cristiano: con la passione, Cristo si è immolato per l’uomo, liberandolo dal peccato originale e riscattando la sua natura ormai corrotta, permettendogli quindi di passare dai vizi alla virtù; con la risurrezione ha vinto sul mondo e sulla morte, mostrando all’uomo il proprio destino, cioè la risurrezione nel giorno finale, ma anche il risveglio alla vera vita. La Pasqua si completa con l’attesa della Parusia, la seconda venuta, che porterà a compimento le Scritture[7].

Il cristianesimo ha ripreso i significati della Pasqua ebraica nella Pasqua cristiana, seppur con significativi cambiamenti, che le hanno dato un volto nuovo. Le sacre Scritture hanno infatti un ruolo centrale negli eventi pasquali: Gesù, secondo quanto è stato tramandato nei Vangeli, è morto in croce nel venerdì precedente la festa ebraica, che quell’anno cadeva di sabato, ed è risorto il giorno successivo, in seguito chiamato Domenica. Inoltre, questo evento venne visto dai primi cristiani come la realizzazione di quanto era stato profetizzato sul Messia. Questo concetto viene ribadito più volte sia nella narrazione della Passione, nella quale i quattro evangelisti fanno continui riferimenti all’Antico Testamento, sia negli altri libri del Nuovo Testamento, come nella prima lettera ai Corinzi, dove Paolo scrive:

« Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture, fu sepolto ed è resuscitato il terzo giorno secondo le Scritture. »
(Prima lettera ai Corinzi, 15,3-4)

L’accento si pone dunque sull’adempimento delle sacre Scritture, per cui i giudeo-cristiani, pur continuando a festeggiare la Pasqua ebraica, dovettero immediatamente spogliarla del significato di attesa messianica, per rivestirla di nuovo significato, cioè il ricordo della Passione e risurrezione. Il passaggio sembra essere chiaramente avvertito già da Paolo, quando, sempre nella prima lettera ai Corinzi, scrive:

« Togliete via il lievito vecchio, per essere pasta nuova, poiché siete azzimi. E infatti Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato! Celebriamo dunque la festa non con il lievito vecchio, ma con azzimi di sincerità e verità »
(Prima lettera ai Corinzi, 5,7-8)

Il rapporto con la festa ebraica è rimasto nelle letture liturgiche del Sabato Santo che sono proprio quelle della Pesach, ma la festa più importante, la vera Pasqua cristiana è il giorno successivo in cui gli ebrei celebrano l’offerta del primo covone d’orzo e i cristiani la risurrezione di Gesù, il primo esponente della “messe” cristiana. Il fatto che Gesù sia risorto nel primo giorno della settimana ebraica sembrò doppiamente simbolico: in questo giorno Dio aveva creato l’universo e ora nello stesso giorno aveva inizio una nuova creazione.

Alla Pasqua settimanale, la domenica, si aggiunse quindi anche la Pasqua annuale, il giorno più importante dell’anno, celebrato dai discepoli con la consapevolezza sempre più forte di aver istituito una festa nuova con nuovi significati: è un evento straordinario, dove il bene trionfa sul male grazie a Gesù che, morto crocifisso, risorge infine dai morti.

Ho voluto prendere il significato di Pasqua da Wikipedia, per centrare quello che è il rapporto di questa festa per noi Cristiani….per gli altri che non credono e che si attaccano a tutte le feste cristiane facendole proprie e cercando di snaturare il vero significato ,  rimane un giorno non lavorativo da godere con gli amici e parenti senza metterci  la parte spirituale che per noi Cristiani è la base della nostra religione. Gesù, dopo morto, risorge….rivive con tutto il corpo….ha trovato la strada per tornare a vivere e la vuole insegnare a noi….una cosa bellissima che tutti dovrebbero desiderare eppure….c’è al solito un eppure…..moltissimi non credono o non vogliono credere….il perché?…..semplice….ci sono delle “regole” da rispettare…e quando si parla di regole l’umano è restio a rispettarle….fin dalla sua creazione…noi Cristiani crediamo nel Dio che ci ha creati, i primi uomini: Adamo ed Eva, non hanno voluto rispettare un semplice decreto e per colpa loro ci troviamo così combinati…….. eppure le regole….una sola regola è semplice anche se profonda : Amare…amare se stesso, amare gli altri….tutti….gli amici e i nemici, i brutti ed i belli, i buoni ed i cattivi…..amare di un amore nuovo…. un amore che dà e non riceve….un amore che diventa tale donando tutto, anche se stesso, all’altro…..senza pretendere nulla in cambio…. Semplice no? Eppure tanto difficile per noi umani, così disordinati, egoisti, superbi, avari, cattivi di una cattiveria che spaventa anche i diavoli…..umani da poterci chiamare figli di Dio….figli della divinità….basta volerlo….e noi a volte non lo vogliamo….cerchiamo solo la nostra distruzione…..

Dopo questa premessa……BUONA PASQUA…… buona Pasqua a tutti noi….buona Pasqua al mondo intero…..uomini, donne, bambini, ( non metto il termini Gay…perché per me non esiste…chi si chiama e pensa di essere Gay è sicuramente un  uomo o una donna )……. BUONA PASQUA…..che la parola sia sinonimo di PACE…… per i non cristiani auguro Pace, Pace, Pace dentro di loro e fuori….. non vale la pena litigare o urlare….la vita è talmente breve che non vale la pena distruggerla per un qualcosa che a pensarci bene, poi si rivela una cavolata….. Pensiamo che fra 50 anni moltissimi di noi saranno solo polvere….. noi Cristiani abbiamo la certezza della resurrezione….basta attaccarsi a noi…. BUON TUTTO A TUTTI……

Moto 009

 

la mia anima

L’aroma  del tuo corpo

infrange

frantuma

sorpassa

i profumi della stanza

e gli olezzi che penetrano

con violenza

dalla finestra spalancata.

 

Il tuo sorriso

lo sguardo

le gocce di sudore

che imperlano

le  labbra

chiamano ad una nuova

resurrezione

 

vieni con me

sussurrano

i tuoi pensieri

resi tangibili

dalle soavi tue carezze

 

il mio corpo si inarca

nel tentativo

di infrangere

le catene dell’amore

rapito dal miele

stillante

della  tua anima

 

che parla di brezze marine

di ruscelli sgorganti

dal tuo corpo

pieno

acqua per irrorare

l’eterna sete

della passione.

 

 

Bigi

guinea bissau 2007-1 329

 

amore

È possibile che il nostro amore, l’amore di noi umani, rovini la natura, gli animali, gli stessi uomini ?….si, è possibilissimo…basta guardarci attorno….basta leggere i media…ascoltare le storie….. per amore ha ucciso il proprio partner  o la propria….per amore ha ucciso i propri figli….per amore  ha viziato l’animale che aveva in casa, e lo ha ucciso facendolo diventare obeso, togliendogli la qualifica di animale e trattandolo come una persona…. Per amore, il suo, ha distrutto foreste, deviato fiumi, cambiato la Natura ….per amore si è anche ucciso……. L’amore , secondo me, è un sentimento completo…come il colore bianco che racchiude tutti i colori dell’arcobaleno…..più o meno amore significa  mutare il sentimento positivo in qualcosa di negativo…. Tanto amore può portare ad azioni nefaste, come il poco amore…. Il poco amore diventa, astio, odio…..cambia nome, ma  in tutto c’è sempre la componente dell’amore….. Sto pensando agli animali….io ho sempre avuto  un gatto randagio….. con il passare degli anni si danno il cambio, morendo, logicamente lontano da me….è proprio del gatto andare a morire lontano da casa…. Bene il gatto , ora è un grigetto, viene quando ha voglia, mangia tutto quello che trova in una ciotola che gli lascio a giorni vicino il cancello,  certe settimane non si vede, e poi magari per più giorni è sempre presente….lo tratto da gatto e lui mi tratta da uomo….se ha voglia si fa accarezzare, se non ha voglia allunga una zampa per graffiare… qualche volta torna mezzo maciullato, so che ha fatto battaglie per sesso,  non mi agito, so che piano piano guarisce usando sempre la lingua ……  caccia i topi che trova nelle vicinanze….una  volta me ne ha portato uno morto…. Poi ho amici che hanno animali in casa…. escono d’inverno con il cappottino o la pelliccetta….d’estate i “padroni” li portano a spasso con in mano una bottiglietta di acqua….. mangiano le scatolette ed i croccantini comprati nei negozi specializzati….. non riconoscono più la loro specie di cane o gatto, o criceto o cavia……sono diventati viziati quasi come gli umani…e tutto questo per amore….non so se amore verso di loro, o amore dei “ padroni”  verso se stessi….li trovi in giro quasi tutti a guinzaglio, mentre i loro padroni li esaltano con gli amici raccontando le loro gesta, e tutto questo mentre i veri figli umani scorazzano per la via  tentando di andare sotto una macchina o con la bici sui marciapiedi…. E questo è amore?…. da cristiano posso dire che il vero amore è Dio e tutti noi, nel tentativo di raggiungerlo, a volte sbagliamo strada, confondendo i sentimenti…

Helsinky 4 370

sete

Per noi Cristiani e per  chi va  alla ricerca di un qualcosa che neanche lui sa di preciso, solo che sente dentro di se una spinta che lo porta ad essere insoddisfatto di tutto…..ed allora cerca un qualcosa che lo possa calmare, rendere felice, un qualcosa che gli potrebbe far dire : Ecco, sono arrivato finalmente  !!!!…… Questa spinta che a volte anche noi cristiani sentiamo e che ci fa guardare dentro e ci fa pensare che qualcosa del nostro Cammino non è giusto, questa “SETE”…..che si trova nel Vangelo di questa domenica….sete che viene descritta e soddisfatta in vari modi….questa Sete è lo stimolo che ci porta a Camminare, a Cercare, a Guardare…. La Sete di un qualcosa che ci possa far diventare tranquilli, appagati, soddisfatti della nostra vita…. Bene, nel Vangelo di oggi c’è una bella “storia”….una donna che ha sete e va a cercare l’acqua che la possa saziare, presso un pozzo…Siamo in un Paese dove l’acqua è preziosa, necessaria per vivere, non deve essere sprecata…e la donna va al pozzo con una brocca…. La vuole riempire e ritornare a casa…. Ci va ad un’ora strana….quando il sole picchia di più sulle persone…. E lì trova Gesù….che si è fermato stanco per riposare ed ha sete anche Lui… “” Dammi da bere” le chiede…..non un saluto, non un sorriso, solo una richiesta di acqua…e la donna che invece di prendere acqua e darla, le chiede un perché…. “” Come mai tu giudeo, chiedi da bere a me che sono Samaritana?”” Queste domande servono ad introdurre un concetto nuovo in tutto il discorso… l’acqua naturale calma la sete , ma poi la sete ritorna…. L’Acqua che invece dona Gesù, è un alimento che ti permetterà di non aver più sete…. La tua sete, infinita diventerà finita a contatto con l’acqua di un Dio infinito… il Discorso si allarga, fra Gesù e la Donna ed a questo punto che io, ascoltando l’omelia, sono stato colpito ….. il discorso fra i due si fa più intimo…più teologico, perché la donna si è aperta….ha fatto spazio alla Grazia di Dio che è penetrata in lei….. Questa è la cosa più importante…. Fare spazio in noi per permettere a Gesù di entrare nella nostra anima ed aiutarci a crescere….il battesimo è l’inizio di questa crescita se noi lo vogliamo e facciamo spazio, ma se restiamo nascosti nei nostri problemi, nei nostri peccati, nei nostri vizi, non permetteremo mai alla Grazia di Dio di raggiungerci….ed allora sarà finita. C’è un esempio che si fa a volte…..se sei su una nave e fai naufragio e capiti su un’isola deserta….per permettere ai soccorritori di ritrovarti, di avvistarti, non puoi rifugiarti nella foresta, ma devi cercare di far spazio attorno a te così che diventi visibile anche in mezzo agli alberi…. In parole povere devi gettare via tutti i tuoi peccati, i tuoi vizi, le tue abitudini cattive  per permettere alla Grazia di Dio di ritrovarti e scendere su di te….. allora vedrai che si calmerà la sete, quella spinta che ti “obbliga” a andare, cercare  un qualcosa che neanche tu sai di preciso cosa sia…… Noi cosa gettiamo via in questo periodo di Quaresima???

 

lago di ledro 124