la mia anima

L’aroma  del tuo corpo

infrange

frantuma

sorpassa

i profumi della stanza

e gli olezzi che penetrano

con violenza

dalla finestra spalancata.

 

Il tuo sorriso

lo sguardo

le gocce di sudore

che imperlano

le  labbra

chiamano ad una nuova

resurrezione

 

vieni con me

sussurrano

i tuoi pensieri

resi tangibili

dalle soavi tue carezze

 

il mio corpo si inarca

nel tentativo

di infrangere

le catene dell’amore

rapito dal miele

stillante

della  tua anima

 

che parla di brezze marine

di ruscelli sgorganti

dal tuo corpo

pieno

acqua per irrorare

l’eterna sete

della passione.

 

 

Bigi

guinea bissau 2007-1 329

 

amore

È possibile che il nostro amore, l’amore di noi umani, rovini la natura, gli animali, gli stessi uomini ?….si, è possibilissimo…basta guardarci attorno….basta leggere i media…ascoltare le storie….. per amore ha ucciso il proprio partner  o la propria….per amore ha ucciso i propri figli….per amore  ha viziato l’animale che aveva in casa, e lo ha ucciso facendolo diventare obeso, togliendogli la qualifica di animale e trattandolo come una persona…. Per amore, il suo, ha distrutto foreste, deviato fiumi, cambiato la Natura ….per amore si è anche ucciso……. L’amore , secondo me, è un sentimento completo…come il colore bianco che racchiude tutti i colori dell’arcobaleno…..più o meno amore significa  mutare il sentimento positivo in qualcosa di negativo…. Tanto amore può portare ad azioni nefaste, come il poco amore…. Il poco amore diventa, astio, odio…..cambia nome, ma  in tutto c’è sempre la componente dell’amore….. Sto pensando agli animali….io ho sempre avuto  un gatto randagio….. con il passare degli anni si danno il cambio, morendo, logicamente lontano da me….è proprio del gatto andare a morire lontano da casa…. Bene il gatto , ora è un grigetto, viene quando ha voglia, mangia tutto quello che trova in una ciotola che gli lascio a giorni vicino il cancello,  certe settimane non si vede, e poi magari per più giorni è sempre presente….lo tratto da gatto e lui mi tratta da uomo….se ha voglia si fa accarezzare, se non ha voglia allunga una zampa per graffiare… qualche volta torna mezzo maciullato, so che ha fatto battaglie per sesso,  non mi agito, so che piano piano guarisce usando sempre la lingua ……  caccia i topi che trova nelle vicinanze….una  volta me ne ha portato uno morto…. Poi ho amici che hanno animali in casa…. escono d’inverno con il cappottino o la pelliccetta….d’estate i “padroni” li portano a spasso con in mano una bottiglietta di acqua….. mangiano le scatolette ed i croccantini comprati nei negozi specializzati….. non riconoscono più la loro specie di cane o gatto, o criceto o cavia……sono diventati viziati quasi come gli umani…e tutto questo per amore….non so se amore verso di loro, o amore dei “ padroni”  verso se stessi….li trovi in giro quasi tutti a guinzaglio, mentre i loro padroni li esaltano con gli amici raccontando le loro gesta, e tutto questo mentre i veri figli umani scorazzano per la via  tentando di andare sotto una macchina o con la bici sui marciapiedi…. E questo è amore?…. da cristiano posso dire che il vero amore è Dio e tutti noi, nel tentativo di raggiungerlo, a volte sbagliamo strada, confondendo i sentimenti…

Helsinky 4 370

sete

Per noi Cristiani e per  chi va  alla ricerca di un qualcosa che neanche lui sa di preciso, solo che sente dentro di se una spinta che lo porta ad essere insoddisfatto di tutto…..ed allora cerca un qualcosa che lo possa calmare, rendere felice, un qualcosa che gli potrebbe far dire : Ecco, sono arrivato finalmente  !!!!…… Questa spinta che a volte anche noi cristiani sentiamo e che ci fa guardare dentro e ci fa pensare che qualcosa del nostro Cammino non è giusto, questa “SETE”…..che si trova nel Vangelo di questa domenica….sete che viene descritta e soddisfatta in vari modi….questa Sete è lo stimolo che ci porta a Camminare, a Cercare, a Guardare…. La Sete di un qualcosa che ci possa far diventare tranquilli, appagati, soddisfatti della nostra vita…. Bene, nel Vangelo di oggi c’è una bella “storia”….una donna che ha sete e va a cercare l’acqua che la possa saziare, presso un pozzo…Siamo in un Paese dove l’acqua è preziosa, necessaria per vivere, non deve essere sprecata…e la donna va al pozzo con una brocca…. La vuole riempire e ritornare a casa…. Ci va ad un’ora strana….quando il sole picchia di più sulle persone…. E lì trova Gesù….che si è fermato stanco per riposare ed ha sete anche Lui… “” Dammi da bere” le chiede…..non un saluto, non un sorriso, solo una richiesta di acqua…e la donna che invece di prendere acqua e darla, le chiede un perché…. “” Come mai tu giudeo, chiedi da bere a me che sono Samaritana?”” Queste domande servono ad introdurre un concetto nuovo in tutto il discorso… l’acqua naturale calma la sete , ma poi la sete ritorna…. L’Acqua che invece dona Gesù, è un alimento che ti permetterà di non aver più sete…. La tua sete, infinita diventerà finita a contatto con l’acqua di un Dio infinito… il Discorso si allarga, fra Gesù e la Donna ed a questo punto che io, ascoltando l’omelia, sono stato colpito ….. il discorso fra i due si fa più intimo…più teologico, perché la donna si è aperta….ha fatto spazio alla Grazia di Dio che è penetrata in lei….. Questa è la cosa più importante…. Fare spazio in noi per permettere a Gesù di entrare nella nostra anima ed aiutarci a crescere….il battesimo è l’inizio di questa crescita se noi lo vogliamo e facciamo spazio, ma se restiamo nascosti nei nostri problemi, nei nostri peccati, nei nostri vizi, non permetteremo mai alla Grazia di Dio di raggiungerci….ed allora sarà finita. C’è un esempio che si fa a volte…..se sei su una nave e fai naufragio e capiti su un’isola deserta….per permettere ai soccorritori di ritrovarti, di avvistarti, non puoi rifugiarti nella foresta, ma devi cercare di far spazio attorno a te così che diventi visibile anche in mezzo agli alberi…. In parole povere devi gettare via tutti i tuoi peccati, i tuoi vizi, le tue abitudini cattive  per permettere alla Grazia di Dio di ritrovarti e scendere su di te….. allora vedrai che si calmerà la sete, quella spinta che ti “obbliga” a andare, cercare  un qualcosa che neanche tu sai di preciso cosa sia…… Noi cosa gettiamo via in questo periodo di Quaresima???

 

lago di ledro 124

sogni

I sogni a volte

rimangono sogni,

non si ha la forza

di farli diventare

realtà.

 

Sogni banali

semplici,

che racchiudono tutto l’amore

che esce dal cuore

pronto ad essere donato.

 

Sogni da bambino,

sogni da giovane

sogni da uomo adulto che ancora

crede  nella potenza  dei sogni,

che ancora spera,

lotta,urla e piange,

guardando la vita che si allontana.

 

bigi

israele (356)

 

 

mare amato

 

Mare amato

 

 

Stai giocando con i miei pensieri,

mentre la tua voce

che è musica

per il mio cuore,

si confessa e mi racconta.

 

Ti sono mancato,

lo so,

lo sento dai brividi

che metti  sulla pelle

desiderosa

delle tue carezze.

 

Non posso, lo sai,

non è ancora ora

che io mi lasci trascinare

nelle tue braccia bagnate.

 

Non è ora di respirare

la tua salsedine.

 

Non posso, lo sai,

eppure lo vorrei

con tutto me stesso.

 

 

bigi

Immagine 062

uccido me stesso

Altre morti, oltre quelle provocate dalla guerra, dalle carestie, dalle malattie , ora ci si mettono anche i suicidi….. è morto un uomo, lo chiamo uomo perché a 40 anni non si è più ragazzi…… un uomo che poteva  e doveva essere aiutato a vivere in un modo nuovo, per lui ,  un modo  che gli permettesse di scoprire altri interessi, altre voglie, altri pensieri che non quelli di rinchiudersi in se stesso e nel sognare e desiderare di ritornare  quello che era prima dell’incidente che lo ha reso non più abile ed indipendente……. E’ morto un uomo, una parte della nostra Umanità….una cellula del nostro essere uomini e con lui è morta anche la nostra cellula…… Ma al solito mi chiedo sempre e vorrei che tutti gli imbecilli di questa terra se lo chiedessero: PERCHE’….perchè è morto ?….perchè si è  sentito il “dovere” di morire?….perchè ha preferito la morte alla vita?  PERCHE’ ??…. Evitiamo le solite frasi fatte e poetiche….evitiamo di dimostrarci imbecilli   più di quello che siamo…. Ho sempre nella memoria quel bel viale pieno di alberi….un bellissimo rettilineo…lungo vari kilometri….nel giro di un paio di anni tutti gli alberi sono stati tagliati? Perché?….perchè ogni tanto qualche macchina, guidata soprattutto da giovani, si schiantava sugli alberi con la morte dei guidatori…. Normale se il guidatore è  fatto o ubriaco….e non sono senza cuore, sono solo pratico ed onesto della verità…. Ora la gente che conta , invece di andare alle radici del problema delle morti, si è limitata ad eliminare gli alberi….. stessa cosa per coloro che chiedono il suicidio….che poi chiamano assistito ….ma che significa assistito ? ti tengo per mano mentre ti uccido? Ma che cazzata è questa?…..possibile che ci siano persone così idiote e false da pensare così?…… Tu vuoi morire?…va bene…..sono problemi  tuoi e della società che non trova alternative alla tua voglia….vuoi morire? Allora fallo…ucciditi…. Ci sono tantissimi modi per farlo…basta che ti leggi i suicidi di tutte le persone che sono state costrette da uno Stato Imbelle a togliersi la vita….. Non puoi ucciderti perché sei paralizzato? Chiama un amico, un parente e chiedi che ti stacchino le macchine ….parlo per esperienza viva…. Giusto per chiarire…assistevo un signore… uomo in gamba….paralizzato tutto, poteva muovere solo due dita della mano destra e con quelle giocava con il telecomando e guardava solo  televideo….a  casa sua nel silenzio udivo solo la macchina che gli pompava aria nei polmoni…. Mangiava con un tubo nello stomaco e ogni tanto bisognava sfilargli una cannula dalla gola per pulirla del muco che si accumulava …. Eppure lo vedevo sempre sereno e se mi guardava, sorrideva….. E’ morto una notte . alla mattina la compagna ha trovato la macchina che pompava aria, ferma…….. Solo, con me qualche ora due volte la settimana, e la compagna…. Nella sua casa, lontano da tutto ciò che poteva anche stimolargli la curiosità di vivere….questo ti dà lo Stato Imbelle….. e lui si era ridotto così per una malattia….. Non voglio con questo fare distinzioni….. ci sono malati per malattia e malati che se la sono cercata…..a questi ultimi io non dò sconti…. Vuoi drogarti, vuoi ubriacarti, vuoi sballare?…..a  me va bene tutto, ma poi non venire a piangere  da me se per caso ti succede qualche cosa…… e per le persone che si permettono di commentare in modo poetico : svegliatevi !!! la vita è dura e difficile….. finiamola di essere bambocci  e iniziamo a crescere…

img_0006

mare……

Solo le persone che amano  il mare possono capire certe cose che sembrano fantascienza…..mi sono accorto che mentre passano i giorni ed io non trovo il tempo di avvicinarmi al mio amico mare,  inizia a salirmi dall’anima una certa angoscia che piano piano raggiunge la gola…. Cresce il bisogno di andare ed allora non riesco a resistere, vado….prendo la macchina e vado,,,,corro , cerco di fare in fretta e quando già sento il profumo della salsedine l’angoscia si calma e subentra una serenità che ha del miracoloso….non conta il freddo, il vento, la neve o la pioggia….arrivare sulla riva e toccare l’acqua  significa fare pace con se stessi  e con gli altri…..ieri sono andato giù….il richiamo era troppo forte e non resistevo…… sono arrivato….posteggiato al volo sulla spiaggia vuola e mi sono avvicinato passando sugli scogli affioranti….. Lui era lì che mi aspettava….sentivo la sua gioia nel vedermi….un mare calmo, quasi una tavola…. Con le tennis ancora ai piedi sono salito sull’ultima roccia  a qualche metro dall’acqua…… “ Ciao – gli ho urlato –   sono qui “……Bene mentre il sorriso mi spuntava dalle labbra, il mio mare si è mosso….. piano piano ha iniziato ad avvicinarsi alla roccia dove io ero in piedi ed  ha raggiunto le mie scarpe…. Mi ha toccato e le ha bagnate….lentamente, con gioia e con amore…. Come un padre che accarezza i piedi del figlio….. sono stato lì in silenzio con lui che ha iniziato a raccontarmi la sua eterna storia, sempre bella e sempre nuova….

mare-mio